16 luglio 2017

Bollino rosso e tariffe più alte

ROMA – Si parte per il primo vero esodo estivo con temperature che si annunciano lievemente più basse rispetto ai giorni scorsi. E’ un fine settimana da ‘bolli no rosso’ sulle autostrade, soprattutto nella mattinata di oggi. Traffico intenso con rallentamenti e code in direzione delle principali località turistiche. Il calendario prevede in questo weekend il blocco alla circolazione dei mezzi pesanti (massa superiore alle 7,5 tonnellate) sabato 15 luglio dalle 8 alle 16 e domenica 16 luglio dalle 7 alle 22. I FINE SETTIMANA DA BOLLINO ROSSO E NERO I weekend da bollino rosso, rende note Autostrade per l’ Italia, sono: venerdì 21 pomeriggio, sabato 22 mattina, venerdì 28 pomeriggio, sabato 29 mattina e pomeriggio, domenica 30 mattina. Sabato 5 agosto mattina e pomeriggio, mattina e pome riggio, domenica 6 bollino rosso, venerdì 11 pomeriggio, sabato 12 mattina e pomeriggio. Sabato 19 e 20 bollino rosso per ilo rientro, idem sabato e domenica 26 e 27. Poi ancora sabato 2 e domenica 3 settembre e infine sabato 9 e domenica 10. LA TREGUA DI CARONTE L’ alta pressione di ‘Caronte’ va in vacanza, ma per pochi giorni. Domenica si registreranno i valori più bassi, specie lungo il versante adriatico dove resteranno di poco sotto la media, mentre nel resto del Paese si attesteranno intorno ai valori normali con scarsa umidità, quindi in un contesto decisamente gradevole. Nei primi giorni della prossima settimana, il tempo resterà stabile con caldo nella norma grazie alla fugace ricomparsa dell’ antici clone delle Azzorre che, tuttavia, cederà ancora una volta il posto al più irruento anticiclo ne nordafricano che, nella seconda parte della settimana,innescherà la quarta ondata di caldo della stagione. TARIFFE IN RIALZO Si assiste invece a una fortissima crescita dei listini in tutto il comparto vacanze, come denuncia il presidente Codacons Carlo Rienzi. I prezzi del Trasporto aereo passeggeri registrano infatti un incremento del +10,5% in termini congiunturali e +22,7% su base annua; nel settore del trasporto marittimo, invece, le tariffe crescono rispetto allo scorso anno del +36,3%, contro un +9,5% di quelle ferroviarie. Un pacchetto vacanza all’ estero costa il 5,3% in più, e per campeggi e villaggi i prezzi sono più elevati del 5,5% su anno.