7 Aprile 2002

Bollino blu delle caldaie, pronto un ricorso al Tar

Delle associazioni dei consumatori




Ricorso al Tar del Lazio e denuncia all?Antitrust. È la risposta che le associazioni di consumatori Codacons, Adusbef e Federconsumatori stanno preparando contro il bollino blu per le caldaie da riscaldamento nelle abitazioni dei romani. Le iniziative sono state annunciate ieri dopo un incontro con i rappresentanti dell?Acea e l?assessore ai Lavori pubblici del Comune di Roma, Giancarlo D?Alessandro, risoltasi con «un nulla di fatto». «I cittadini – dicono le associazioni – saranno costretti a pagare questa seconda tassa (cinque euro per la certificazione delle caldaie, ndr ) sulla sicurezza degli impianti a gas a favore dell?Acea che vedrà così crescere le proprie casse di oltre 2,5 milioni di euro. E in cambio l?azienda che eroga acqua e elettricità effettuerà circa cinquemila controlli a campione (5 per cento del totale)». «Un ennesimo balzello – commentano le associazioni -. Si tratta di un pagamento coatto a carico dei cittadini che, sempre per il controllo degli impianti a gas pagano già una cifra compresa tra gli 87 e i 130 euro all?anno». Da qui il ricorso al Tar e all?Antitrust. «Quest?ultima – concludono Codacons, Adusbef e Federconsumatori – perché l?appalto è stato concesso all?Acea senza alcuna gara da parte del Comune, che forse avrebbe consentito ai romani di pagare un prezzo più basso per certificare le caldaie».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this