fbpx
10 Dicembre 2013

Blocchi stradali e volantinaggi

Blocchi stradali e volantinaggi

Pugno duro delle forze dell’ ordine. Ci si aspettava una città messa a ferro e fuoco in occasione della manifestazione degli autotrasportatori e invece non è stato registrato, sino a ieri sera almeno, alcun episodio di violenza o di illegalità. Facendo rispettare l’ ordinanza prefettizia, in relazione alla protesta organizzata dai Forconi e da altre sigle, carabinieri, poliziotti e finanzieri, chiamati a garantire l’ ordine pubblico tra la circonvallazione la via Ernesto Basile, hanno cinturato i manifestanti. Ieri mattina momenti di tensione si sono verificati in via Ernesto Basile, quando i manifestanti hanno bloccato la circolazione stradale. Gli agenti di polizia, i carabinieri ed i finanzieri, in assetto antisommossa, sono intervenuti per fare sgomberare la carreggiata e consentire il regolare scorrimento del traffico. Ad un certo punto si sono formate lunghe code di autoveicoli con gli automobilisti che hanno cominciato a spazientirsi. Strombazzate di clacson e proteste verbali hanno caratterizzato quei frangenti. Nulla di più, fortunatamente. Non c’ è stata alcuna carica o manganellata. Nei pressi della cittadella universitaria alcuni manifestanti hanno tentato di bloccare il traffico attraversando lenta mente la strada ma le forze dell’ ordine hanno però creato un cordone. Un intervento che ha innescato le proteste da parte di alcuni manifestanti. In quattro sono stati fermati e identificati. «La forza in campo messa dalle questure e dai carabinieri è spropositataha detto Francesco Tusa dei Forconi – Si è cercato di limitare in modo molto duro il nostro diritto di dimostrare. Oggi proseguiremo nella protesta e nei prossimi giorni sceglieremo nuovi obiettivi per manifestare». I poliziotti hanno sospinto sui marciapiedi i manifestanti che brandivano cartelloni con la scritta «politici assassini», «il popolo è sovrano». A Palermo, i forconi hanno attrezzato due presidi, oltre a quello di via Ernesto Basile, anche in piazza Indipendenza. Sono stati distribuiti volantini nei quali è stata spiegata la motivazione della protesta. Le forze di polizia hanno presidiato per tutta la giornata i cosiddettu “obiettivi sensibili” (porti di Palermo e Termini Imerese), aeroporto di Punta Raisi e sedi istituzionali. Il prefetto Francesca Cannizzo ha seguito passo dopo passo l’ evolversi degli eventi ed è stata sempre in contatto con il Questore a proposito dell’ ordine pubblico. «Basta con le tasse», hanno sottolineato alcuni dei partecipanti alla manifestazione, «noi abbiamo partecipato a questa protesta perchè siamo stanchi di pagare le tasse in grandi quantità». C’ erano tanti studenti universitari tra gli autotrasportatori in piazza: «Sono un laureato disoccupato – ha detto Gianfranco, 24 anni, residente in provincia di Palermo – e nessuno muove un dito per tanti giovani che si trovano nelle mie stesse condizioni. Basta con l’ immobilismo. L’ occupazione giovanile deve essere tra i primi punti all’ ordine del giorno di ogni governo nazionale o regionale». Infine una nota del Codacons: «Siamo pronti a denunciare penalmente i singoli camionisti e le loro associazioni in tutte le Procure della Repubblica nel caso in cui verranno attuati blocchi della circolazione o proteste in grado di arrecare danni agli utenti. Le rivendicazioni della categoria non possono in nessun caso utilizzare i cittadini come ostaggio, violando le più basilari regole della società civile. Se questo avverrà il nostro ufficio legale è pronto sub da ora ad una raffica di denunce penali in tutta Sicilia contro gli autotrasportatori e le loro associazioni di categoria per blocco stradale, violenza privata e altri reati a danno della collettività». Nel caso di Palermo, comunque, non si può parlare di veri e propri blocchi stradali. Ci sono stati dei blocchi di “alleggerimento” con alcuni dei manifestanti più “caldi” che, comunque, sono stati riportati alla ragione da coloro che, invece, hanno scelto la via pacifica del confronto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox