25 Gennaio 2016

BLOCCATI PER ORE SULLA SALERNO-REGGIO CALABRIA: IL CODACONS IN DIFESA DEGLI AUTOMOBILISTI COINVOLTI!

Nonostante il maltempo annunciato, lo scorso 19 gennaio centinaia di automobilisti sono rimasti bloccati sull’A3 per ore. L’Associazione mette a disposizione degli interessati una diffida per chiedere il risarcimento danni e – in caso di rinvio a giudizio – organizzerà una costituzione collettiva di parte civile

I FATTI

Era già successo a febbraio 2005, ma la storia – evidentemente – non ha insegnato nulla. Il 19 gennaio scorso, centinaia di automobilisti – compresi anziani, donne in gravidanza e bambini diabetici – si sono ritrovati prigionieri dentro le proprie auto nel tratto compreso tra gli svincoli di Falerna e Cosenza, interessato da forti nevicate. Quasi dieci ore fermi sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria: una notte da incubo, che gli appelli diffusi tramite social network raccontano solo in parte. Nonostante il maltempo fosse stato ampiamente annunciato, infatti, solo in nottata i mezzi dell’Anas coordinati dalla Prefettura di Cosenza sono riusciti a raggiungere i mezzi intraversati e a distribuire i primi generi di conforto. Ma non si è fatto attendere, come di consueto, il rimpallo delle responsabilità: “Questa situazione” – ha dichiarato il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi – “era stata ampiamente preannunciata anche all’Anas con i bollettini meteo della Protezione civile della Regione Calabria che da oltre 36 ore prevedevano, nell’area colpita, neve fino a 200 metri sul livello del mare. L’Anas non ha adottato alcun provvedimento preventivo per fronteggiare tale situazione“.

L’INIZIATIVA CODACONS

Quanto accaduto rende l’interessamento del Codacons necessario: in questo caso, a tutela di tutti gli automobilisti che hanno subito gravi, e prolungati, disagi. L’Associazione ha deciso quindi di mettere a disposizione degli interessati una diffida, un atto necessario per chiedere il risarcimento dei danni morali e materiali subiti. Parallelamente, il Codacons seguirà lo sviluppo delle indagini sull’accaduto condotte dalla Procura della Repubblica di Cosenza: in caso di rinvio a giudizio, infatti, sarà organizzata anche una costituzione collettiva di parte civile.

Per scaricare la diffida e richiedere il risarcimento dei danni subiti clicca qui. L’iscrizione avviene tramite l’invio di un SMS al numero 4892892 con il testo 203 CODACONS AUTOSTRADA (al costo onnicomprensivo di € 2,03, di cui una parte destinata alla campagna sociale in favore dell’Associazione Mary Poppins www.assomarypoppins.it che si occupa dei bambini ricoverati nel reparto di oncologia del Policlinico Umberto I di Roma).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox