22 Gennaio 2009

Bizze digitali: il Codacons taglia il canone

 
Lanusei  Il digitale terrestre si conferma nell’isola come un classico flop.  Tanto che la Codacons Ogliastra chiede la riduzione del 20 per cento sul canone Rai. I disguidi più pesanti continuano ad essere segnalati dagli abitanti dei quartieri del centro di Lanusei dove alcuni canali televisivi sono oscurati e altri si vedono con molti disturbi audio e video.  L’avvocato Diana Barrui, presidente del Codacons Ogliastra, ha annunciato di aver inviato una lettera al Ministero per le telecomunicazioni, a quello per lo Sviluppo economico e alla stessa Rai. Una protesta annunciata. La dimensione dei disservizi è provinciale, ma nelle zone collinari e montane il segnale è spesso una chimera, variabile dipendente delle condizioni metereologiche. Gli sbandierati 85 canali in tantissime zone non sono mai apparsi sullo schermo. Complici vento e pioggia in tanti paesi si vedono pochissimi canali. Alcuni utenti hanno verificato come parecchi decoder, regolarmente acquistati, non avrebbero le caratteristiche adatte per decodificare le frequenze Rai.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox