19 Marzo 2014

BIMBO MORTO ALL’IKEA: IL CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

    BIMBO MORTO ALL’IKEA: IL CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

    ACCERTARE
    EVENTUALI CARENZE SUL FRONTE DELLA SICUREZZA. DIPENDENTI HANNO RICEVUTO
    ISTRUZIONI SU COME INTERVENIRE IN CASI DI EMERGENZA?

    Il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma in merito alla morte del bimbo di 3 anni soffocato da un hot dog presso il punto vendita Ikea di Porta di Roma.
    Vogliamo sapere se vi siano state eventuali carenze da parte dell’azienda sul fronte della sicurezza, che hanno rallentato i soccorsi o contribuito a determinare la morte del bambino – spiega l’associazione – Ci chiediamo se i dipendenti dell’Ikea, specie quelli che operano nel ristorante dell’azienda, abbiano ricevuto istruzioni su come intervenire in casi di emergenza. Ricordiamo infatti che, in caso di soffocamento, è sufficiente praticare ai bambini la manovra di Heimlich, che serve a rimuovere un’ostruzione delle vie aeree ed evitare conseguenze per la salute.
    La Procura dovrà inoltre verificare se, come riportato in queste ore, vi siano stati ritardi nei soccorsi e se il bimbo si sarebbe potuto salvare in caso di pronto intervento.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox