6 Marzo 2016

Bignardi, Codacons minaccia un esposto alla Corte dei Conti

Bignardi, Codacons minaccia un esposto alla Corte dei Conti

Chiedono l’ intervento della Corte dei conti contro i mega-compensi che Daria Bignardi percepirà come direttrice di Rai3. A presentare l’ esposto è il Codacons che chiede ai magistrati contabili di occuparsi di quanto rivelato ieri dal Fatto Quotidiano: lo stipendio da 280 mila euro annui destinato dalla televisione di Stato alla nuova direttrice di rete. Una cifra che sfora il tetto di 240 mila euro disposto dalla legge per i manager pubblici. Un divieto che la Rai aggira grazie al fatto di aver emesso a maggio scorso un bond da 350 milioni di euro: le norme che si sono susseguite dal 2011 in poi hanno sempre escluso le controllate dallo Stato che emettono titoli di debito. “Chiederemo alla Corte dei Conti – spiega l’ associazone di comnsumatori – di verificare i contratti Rai riservati ai nuovi direttori di rete, e accertare se i compensi stabiliti siano compatibili non solo con le norme vigenti, ma anche con le necessarie politiche di tagli e spending review che hanno investito negli ultimi anni l’ azienda pubblica. Crediamo che sugli stipendi di dirigenti e manager Rai sia necessaria una attenta valutazione e una pronuncia dei giudici contabili sulla congruità degli stessi”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox