8 Gennaio 2020

Biglietti: l’ Antitrust avvia procedura contro 9 club di A

abbonamenti e tagliandi devono prevedere forme di rimborso: anche il codacons minaccia battaglia
Sono Inter, Juventus, Milan, Roma, Lazio, Cagliari, Genoa, Udinese e Atalanta le nove società sotto inchiesta da parte dell’ Antitrust, che ha aperto nove procedimenti istruttori che riguardano le «clausole vessatorie nei contratti di acquisto di abbonamenti e biglietti per le partite». Le suddette clausole non riconoscerebbero il diritto a ottenere il rimborso di tutto o parte dell’ abbonamento o del singolo biglietto, in caso di chiusura dello stadio o di rinvio della partita. La nota dell’ Antitrust specifica che l’ attività istruttoria in corso è dovuta al mancato accoglimento dell’ invito rivolto dall’ Autorità alle nove società l’ 8 maggio 2019. Alle sollecitazioni delle autorità avevano risposto solo Bologna e Parma, modificando le condizioni dei contratti ed evitando così i rispettivi procedimenti (la posizione delle due squadre emiliane è stata archiviata). Le associazioni dei consumatori si dicono soddisfatte e promettono di muoversi di conseguenza. Il Codacons è infatti pronto a promuovere una class action per conto di migliaia di tifosi italiani contro le società di calcio finite nel mirino dell’ Antitrust. «Siamo lieti di apprendere che finalmente l’ Autorità ha deciso di vederci chiaro sulle clausole inserite nei contratti per abbonamenti e biglietti delle partite, che spesso nascondono condizioni a svantaggio degli utenti – afferma il presidente Carlo Rienzi -. Se saranno confermati gli illeciti contestati dall’ Antitrust e quindi il diritto negato al rimborso delle partite, ci troveremmo di fronte a un danno per milioni di euro fatto ai tifosi, considerato il gigantesco business generato dal calcio in Italia». Da qui l’ idea della class action. «Una situazione che, se accertata, aprirebbe sì le porte a una class action – conclude il Codacons -, contro le società sportive che saranno ritenute responsabili di illeciti a danno degli utenti, class action alla quale potranno aderire migliaia di tifosi italiani». TEMPO DI LETTURA 1’28”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox