20 Gennaio 2011

Ber Banca, tra i clienti c´è Telefono Azzurro il Codacons farà causa

La mission è salvare i conti di Ber Banca al di là di 103 mila euro a cliente, già coperti dal fondo interbancario di garanzia. Sono 55 clienti che superano tale cifra, per un totale di 23 milioni di euro. Tra loro anche Telefono Azzurro. Il salvataggio dei conti, per un totale di 40 milioni di euro, lo promette Banca Intesa, che ha tempo fino al 7 marzo per chiudere la trattativa, mentre la Procura, per voce del procuratore aggiunto Valter Giovannini rassicura: «La questione Ber Banca è attentamente seguita in stretto contatto con la Banca di Italia». A fronte di questa linea, il Codacons propone un´azione collettiva per il risarcimento dei danni, una richiesta di "mala gestio" per i membri del cda e del collegio sindacale e un ricorso urgente al Tar per lo sblocco di conti correnti e conti titoli. Sono le tre linee di battaglia promesse dall´associazione di consumatori per la vicenda di una banca commissariata da un anno e mezzo e con un buco non esattamente quantificato, ma molto più alto del capitale sociale di 34 milioni. Fino al 7 marzo clienti e azionisti non possono effettuare operazioni su conti e titoli e questo genera malcontento. L´avvocato Bruno Barbieri, vicepresidente di Codacons vuole che «i clienti «sia concessa la possibilità di vendere titoli per recuperare somme a rischio». Il Codacons ha già assunto la tutela di circa un centinaio di clienti e ha avuto accesso alle carte dell´inchiesta giudiziaria in cui ci sono 13 persone indagate. Inoltre il Codacons è in contatto anche con Banca Intesa e conosce le condizioni poste per il salvataggio. Un esempio su tutti: che non ci siano richieste di risarcimenti danni. Lo sblocco dei conti, a detta di Barbieri, servirebbe anche a limitarle, ma per Bankitalia l´importante è portare a casa il risultato, cioè la copertura di 40 milioni di euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox