fbpx
4 Maggio 2001

Benzine, prezzi a briglia sciolta

Da 5 a 10 lire di più al litro. Il Codacons: risparmio assicurato con i carburanti alternativi


Benzine, prezzi a briglia sciolta


Rc auto: 1.100 miliardi gli aiuti del Governo per neopatentati e ciclomotori

ROMA – Volano le tariffe e si alza la protesta. Prosegue l`ondata di aumenti dei prezzi dei carburanti che negli ultimi due giorni ha provocato nuovi rincari compresi tra le 10 e le 15 lire al litro, portando la verde, la benzina più usata, a quota 2.150 lire. Dopo i rincari annunciati nei giorni scorsi, nelle ultime 48 ore hanno rimesso nuovamente mano ai propri listini Fina, Q8 e Tamoil.
Mentre la Tamoil ha rialzato da mercoledì di 10 lire al litro le benzine e di 5 il gasolio, i rincari alla Q8 sono scattati ieri per un aumento di 10 lire al litro sia per le benzine sia per il gasolio. Sempre ieri ha rincarato i prezzi delle benzine di 15 lire anche la Fina.
Analoghi i rincari per le benzine Api: 2.240 lire al litro per la super (2.200 al self-service), 2.155 per la senza piombo, 1.710 per il gasolio, 1.085 per il Gpl. Da oggi costano 10 lire in più al litro le benzine dei distributori Eni (Agip e Ip) ed Esso.

Per combattere i rincari il Codacons ha la sua «ricetta»: puntare sui carburanti alternativi, lasciando perdere la benzina verde, il cui nome è «solo un inganno per i consumatori». «I 700 miliardi di multa inflitta dall?Antitrust alle compagnie petrolifere – spiega Vittorio Amedeo Marinelli, responsabile dei rapporti istituzionali dell?associazione dei consumatori – devono essere convertiti in bonus che i consumatori possono utilizzare per trasformare la propria auto e alimentarla con i carburanti veramente ecologici: il biodiesel (ricavato dall?olio di colza), il Gpl, il metano». Oltre a non inquinare, questi carburanti consentono risparmi notevoli agli automobilisti: si pensi che con un pieno di metano (meno di 30 mila lire) si possono percorrere fino a 500 chilometri.

Per quanto riguarda l?Rc auto, ammonta a circa 1.100 miliardi il piano di aiuti che il Governo si accinge a varare per calmierare le polizze: di questi, 700 miliardi arriveranno dalla multa Antitrust (che le compagnie hanno cominciato già a versare, in attesa del verdetto del Consiglio di Stato), mentre il resto (si parla di 300-380 miliardi) sarà di provenienza pubblica. «Stiamo esaminando le due proposte che abbiamo davanti – informano fonti del ministero dell`Industria – una riferita al bonus fiscale e l`altra riguardante un taglio sul bollo auto. Noi continuiamo a privilegiare la prima strada, comunque nel rispetto delle osservazioni formulate dall`Antitrust». Se dovesse prevalere il primo orientamento, i 1.100 miliardi verrebbero «spalmati» tra i neopatentati (i più esposti finanziariamente, dal momento che la classe d`ingresso è la più costosa) e i ciclomotori. Da parte sua, il sottosegretario all`Industria, Cesare De Piccoli, sostiene che la riforma della figura dell`agente assicurativo, in particolare il superamento della figura del monomandatario, deve essere «inserita e valutata nel quadro più generale di un provvedimento che affronti i molteplici problemi del settore».

Anche su questo fronte il Codacons ribadisce le sue proposte: aprire alla concorrenza straniera ed agevolare l?entrata nel modello assicurativo di banche e poste; superare l?agente monomandatario; predisporre una polizza-tipo a franchigia fissa; pubblicizzare i profili assicurativi anche sul televideo, oltre che su Internet.

Per quanto riguarda le tariffe della luce, il Gestore della rete di trasmissione nazionale (Grtn) rileva che solo con un`apertura del mercato sopra al 40% si hanno benefici «significativi» sul fronte della riduzione dei prezzi dell`elettricità. Nella sua relazione annuale il Grtn ricorda che in Italia il grado di liberalizzazione si attesta ancora al 35%. Poco al di sopra cioè del 30% stabilito come tetto minimo dalla direttiva Ue sui mercati elettrici. Nel confronto con i partner Ue, l`Italia si piazza così all`ottavo posto per apertura del mercato a fonte di una media comunitaria del 66%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox