21 Luglio 2011

Benzinai, si tratta per rinviare lo sciopero del 25-27 luglio

 Si tratta per rinviare lo sciopero dei benzinai. Lo ha rivelato ieri sera il Coordinamento nazionale unitario di Faib e Fegica, che ha fatto sapere di avere ricevuto dalla Commissione di garanzia per lo sciopero nei pubblici servizi «l’ assicurazione di voler avviare un tentativo di conciliazione della vertenza e, in ragione di questo, il pressante invito a sospendere e semmai a posticipare a dopo il tentativo l’ azione di chiusura degli impianti», prevista dalla sera del 25 a quella del 27 luglio. Nel frattempo, le associazioni dei consumatori Adusbef e Codacons hanno calcolato gli effetti che la manovra appena approvata dal governo avrà sulle tasche degli italiani, a partire dal caro carburante. Il pieno, grazie all’ aumento delle accise, costerà di più: 60 euro l’ anno. Ma il salasso complessivo per gli italiani sarà ben più alto: oltre 3.200 euro in più a famiglia, anche a causa dei rincari di prezzi e tariffe. La voce che inciderà di più sui bilanci domestici sarà quella relativa all’ aumento dell’ imposta di bollo sui 22 milioni di depositi titoli. Frutterà infatti alle casse dello Stato 8 miliardi, ma comporterà una spesa singola di 333 euro. Poi, nella classifica dell’ esborso, peserà molto l’ effetto dei tagli sulla sanità: il risparmio per l’ Erario sarà di 7,5 miliardi, ma la stangata per le famiglie ammonterà a 315 euro in più.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox