23 Marzo 2005

?Benzinai, sciopero sbagliato: i rincari colpa vostra?

I consumatori criticano l?agitazione dei distributori la prossima settimana: anche loro responsabili

?Benzinai, sciopero sbagliato: i rincari colpa vostra?

MILANO ? La benzina va alle stelle. E s?infiamma la polemica sullo sciopero dei distributori la prossima settimana, per il quale in Lombardia si prevede una massiccia adesione. Secondo i dati diffusi da Codacons e Listaconsumatori, i prezzi dei carburanti hanno toccati in questi giorni record storici: 1,200 euro al litro per la verde, 1,088 euro per il gasolio. Un aumento dei prezzi che avrà ricadute pari a 20 euro al mese sui bilanci delle famiglie, sia per i maggiori costi alla pompa, sia per gli effetti dell?inflazione che vedrà un?impennata dei prezzi dei beni di consumo trasportati su gomma.
Lo scorso anno in questo stesso periodo la benzina costava 1,094 euro al litro, mentre per il gasolio se ne pagavano 0,901. In pratica si è avuto un aumento del 9,7 per cento della verde e di ben il 20,7 per cento del gasolio. Tutto questo a pochi giorni dallo sciopero annunciato dai gestori dei distributori, che incroceranno le braccia subito dopo le vacanze di Pasqua. ?Lo sciopero però è un?iniziativa sbagliato e ipocrita ? controbatte il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – . Anche i distributori sono responsabili, in quanto si sono opposti all?incremento della concorrenza attraverso l?installazione dei ?benza cartelloni??. Si tratta di tabelloni collocati per le strade e sulle autostrade in cui vengono indicati i prezzi della benzina praticati dai gestori della zona, in modo che gli automobilisti possano facilmente orientarsi verso i distributori più convenienti. Questo strumento di informazione è una delle proposte che il Codacons porterà oggi nell?incontro con il ministro delle Attività Produttive cui parteciperanno anche i rappresentanti di petrolieri e distributori. Da lì dovranno uscire le linee d?azione e le soluzioni. ?La responsabilità ? continua Rienzi ? è anche dei petrolieri e del governo, che non ha ancora sterilizzato le accise?. [?]
?Lo Stato ? conclude Rienzi ? con gli incrementi delle accise dovuti all?aumento dei prezzi realizza una appropriazione indebita a danno dei consumatori?.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox