31 ottobre 2017

Benzina, rincari per ponte Ognissanti. Stangata da 80 mln

 

 

Mentre gli italiani riacquistano fiducia e riprendono a spendere, eco che arriva la stangata sulla benzina. Complici le quotazioni dei prodotti petroliferi nel Mediterraneo in decisa accelerazione.
I rincari si fanno sentire già questa settimana col ponte di Ognissanti: al servito, secondo Quotidiano Energia, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,652 euro (prezzi da 1,621 a 1,741 euro, no-logo a 1,528), mentre per il diesel la media è a 1,513 euro, con i punti vendita delle compagnie da 1,484 a 1,612 euro (no-logo a 1,384).
Il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,523 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,516 a 1,546 euro (no-logo 1,498). Il prezzo medio praticato del diesel è pari a 1,381 euro, con le compagnie che passano da 1,376 a 1,400 euro (no-logo a 1,354).
Il Codacons denuncia: “Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un pieno di benzina costa oggi 4,35 in più, mentre per il diesel occorre mettere in conto una maggiore spesa di +7,5 euro a pieno. Considerato il numero di italiani in viaggio durante il ponte di Ognissanti gli automobilisti dovranno affrontare nei prossimi giorni una stangata complessiva da oltre 80 milioni di euro solo per i rincari dei listini di benzina e gasolio”.