26 Aprile 2013

Benzina, ricorsi per 600mila

Benzina, ricorsi per 600mila

Aumenti sospetti dei carburanti, il Codacons prepara l’ azione legale per i rimborsi In due anni pieno più caro di 500 euro. Prezzi stabili, ma i consumi crollano del 10% PERUGIA La crisi ridimensiona anche i consumi di carburante, con il 10% di calo nelle vendite registrato nel 2012 non ancora recuperato. Questo nonostante i prezzi di verde e diesel in Umbria nell’ ultimo anno abbiano dimostrato dinamiche più soft. Restano tuttavia elevati i dubbi sui listini applicati, specie tra le maggiori compagnie, con il Codacons che annuncia ricorsi anche nella regione per chiedere la restituzione delle somme pagate in più negli ultimi cinque anni a causa delle speculazioni. Per l’ Umbria, si va in media dai 200 ai 400 euro l’ anno spesi in più. Insomma, una tombola che pesa sui bilanci della famiglie umbre. In Umbria, rispetto al giugno scorso, la spesa annuale per il pieno di benzina fai-da-te (ipotizzando una percorrenza di circa 15mila km l’ anno) a Perugia è salita di 20 euro, mentre a Terni è addirittura scesa di 13 euro; per il gasolio self service, invece, si spendono, rispettivamente 62 e 26 euro in più. Rispetto al 2011, invece, i circa 600mila automobilisti umbri hanno subito una stangata compresa tra i 380 e i 550 euro l’ anno a causa dei rincari subiti specie nel 2012.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox