5 Ottobre 2021

Benzina, prezzo alle stelle: quanto costa oggi. I grafici del Mite

Roma, 5 ottobre 2021 – Non si fermano i prezzi dei carburanti, che ssalgono ancora, in scia ai recenti aumenti del prezzo del petrolio e delle quotazioni dei prodotti raffinati nel Mediterraneo. Dopo il metano per auto alle stelle (qui dove può arrivare e quando si fermerà l’aumento), secondo le rilevazioni del Mite, la scorsa settimana il prezzo medio della benzina in modalità self è aumentato di 1,05 ​centesimi portandosi a 1,687 euro al litro. Ma non solo. Il maxi-rincaro vale anche per il diesel, salito di 1,3 centesimi a 1,537 euro al litro. Il costo del Gpl è in media a 0,717 euro, in aumento di 0,48 centesimi.

Cattive notizie, quindi, già trapelate nei giorni scorsi. I rincari della benzina alla pompa, infatti, secondo quanto avverte il Codacons produrranno “un aggravio di spesa, solo per i rifornimenti di carburante, pari a +357 euro annui a famiglia”. Come spiega il presidente dell’associazione, Carlo Rienzi, “la benzina continua ad aumentare e costa oggi il 17% in più da inizio anno, e il +21,4% rispetto allo stesso periodo del 2020”.

Questo, prosegue, “significa che un pieno di verde costa oggi +12,2 euro rispetto a inizio anno, +15 euro sul 2020. Il gasolio da gennaio ha subito invece un rincaro del +16,4%, mentre in un anno è cresciuto del +21,7%, con un aggravio di 13,7 euro a pieno”. Insomma, sulla base dei listini odierni, “una famiglia media deve mettere in conto una maggiore spesa per i rifornimenti di carburante pari a +357 euro su base annua in caso di auto a benzina, +328 per l`auto diesel – è la conclusione del Codacons -. Un andamento al rialzo – avverte – che avrà conseguenze inevitabili sui prezzi al dettaglio di una moltitudine di prodotti, e che già ha fatto sentire i suoi effetti sul tasso di inflazione”.

Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio e di tre centesimi al litro i prezzi consigliati del Gpl. Per IP e Tamoil rialzo di 4 cent/litro sul Gpl.
Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,689 euro/litro (invariato, compagnie 1,696, pompe bianche 1,672), diesel a 1,542 euro/litro (+1 millesimo, compagnie 1,550, pompe bianche 1,522). Benzina servito a 1,806 euro/litro (invariato, compagnie 1,850, pompe bianche 1,722), diesel a 1,678 euro/litro (+1, compagnie 1,727, pompe bianche 1,576). Gpl servito a 0,733 euro/litro (+3, compagnie 0,740, pompe bianche 0,725), metano servito a 1,070 euro/kg (+1, compagnie 1,078, pompe bianche 1,063), Gnl 1,567 euro/kg (+24, compagnie 1,547 euro/kg, pompe bianche 1,586 euro/kg).
Questi i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,784 euro/litro (servito 1,959), gasolio self service 1,655 euro/litro (servito 1,893), Gpl 0,834 euro/litro, metano 1,144 euro/kg, Gnl 1,626 euro/kg. Queste le quotazioni dei prodotti raffinati in Mediterraneo alla chiusura di ieri: benzina a 504 euro per mille litri (+12, valori arrotondati), diesel a 511 euro per mille litri (+17, valori arrotondati). Questi i valori comprensivi di accisa: benzina a 1.232,23 euro per mille litri, diesel a 1.127,91 euro per mille litri.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox