7 Aprile 2010

Benzina, prezzi al rialzo dopo Pasqua

Dopo la tregua pasquale riparte la corsa dei prezzi al distributore. La verde supera 1,42 euro al litro. Il gasolio segna 1,25 euro. Finisce la tregua pasquale, i prezzi riprendono a salire e, con loro, ripartono le polemiche, assieme al costo del petrolio ormai sopra gli 87 dollari al barile. Il tema benzina continua a tenere banco e l’ attesa dunque tutta per le mosse del Governo, chiamato da pi parti a mettere in campo misure che consentano di riportare i listini italiani in linea con quelli europei. LE COMPAGNIE A mettere mano ai prezzi, dopo molti giorni di tranquillit seguiti ai maxi aumenti della met di marzo, sono Q8 ed Erg. La Q8, in particolare, stando alla consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, ritocca la benzina di 1,5 centesimi portandola a 1,425 euro e il gasolio di 2 centesimi a 1,259 euro. La Erg, invece, aumenta i prezzi di entrambi i prodotti di 1 centesimo portando la verde a 1,418 euro e il gasolio a 1,244 euro. I CONSUMATORI Sul controesodo pasquale, calcola il Codacons, si abbatte cos una stangata da 19 milioni di euro: Come dimostrano i dati Istat resi noti nei giorni scorsi, osserva il presidente Carlo Rienzi, i continui rialzi della benzina hanno gi innescato un meccanismo moltiplicativo sui prezzi, in particolare su tutta la merce trasportata su gomma e rischiano di scatenare pericolosissime aspettative di inflazione. Per questo il Governo dovrebbe liberalizzare il settore, favorendo l’ ingresso di nuovi competitori. Per Adusbef e Federconsumatori la strada da seguire sterilizzare gli aumenti Iva e introdurre l’ accisa mobile sui carburanti. IL GOVERNO La palla, in ogni caso, nelle mani del Governo. Il sottosegretario allo Sviluppo economico con delega all’ Energia, Stefano Saglia, nei giorni scorsi ha promesso una sollecita convocazione del tavolo carburanti con compagnie, gestori e Regioni che, secondo quanto si apprende, potrebbe arrivare anche questa settimana. Tra i punti in discussione la chiusura di un certo numero di impianti, l’ aumento dei self service, il passaggio dai prezzi giornalieri a quelli settimanali, ma anche lo strumento legislativo con il quale varare le misure. IL BREVETTO Intanto, l’ azienda Biomedical Tissues BT Srl, con sede operativa nel Parco scientifico e tecnologico della Sardegna (Pula-Cagliari), ha depositato il brevetto europeo sul procedimento che consente di produrre biopetrolio da microalghe grazie all’ utilizzo dell’ anidride carbonica. Il processo stato messo a punto da un gruppo di ricercatori sardi che studiano le fonti di energia rinnovabili e che nell’ ottobre del 2008 avevano depositato il brevetto nazionale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox