7 Settembre 2021

BENZINA: NUOVA IMPENNATA DEI PREZZI ALLA POMPA, MAI COSI’ ALTI DA OTTOBRE 2018

     

    NUOVA RILEVAZIONE MISE CONFERMA ALLARME CODACONS SU SPECULAZIONE DA ESODO ESTIVO. VERDE +18,4% RISPETTO AL 2020, STANGATA DA 308 EURO ANNUI A FAMIGLIA

    I dati diffusi oggi dal Mise sui listini dei carburanti alla pompa confermano l’allarme del Codacons circa le speculazioni legate alle vacanze degli italiani, e smentiscono quelle associazioni che, nei giorni scorsi, avevano rassicurato circa l’andamento dei prezzi di benzina e gasolio durante l’esodo estivo.
    “Ancora una volta si confermano gli aumenti dei prezzi dei carburanti in concomitanza con le partenze degli italiani – denuncia il presidente Carlo Rienzi – In base al monitoraggio settimanale del Mise, infatti, in occasione del controesodo estivo la benzina ha raggiunto il record di 1,655 euro al litro, mentre il gasolio è arrivato a 1,504 euro/litro”.
    “Prezzi così alti non si vedevano da ottobre 2018, e la benzina costa oggi il 18,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, +17,4% il gasolio – prosegue Rienzi – Questo significa che per un pieno di verde si spendono oggi addirittura 12,85 euro in più rispetto allo scorso anno, +11,1 euro un pieno di diesel”.
    Rincari che, in base alle stime del Codacons, producono una stangata su base annua, solo per la voce rifornimenti, pari a +308 euro a famiglia.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox