22 Maggio 2008

Benzina, la corsa non frena

Benzina, la corsa non frena
Per benzina e gasolio altri record: “quota 1,50“

Nuovo record per benzina e diesel che ieri hanno sfiorato la soglia di 1,5 euro a litro. Secondo quanto rilevato dal “Quotidiano energia“ la nuova impennata delle quotazioni internazionali di benzina e diesel 50 ppm hanno trascinato al rialzo i listini della rete carburanti italiana. A spingere i prezzi dei carburanti a livelli mai toccati prima, è stata l`infiammata dell`oro nero che a New York ha toccato quota 130 dollari al barile nelle contrattazioni elettroniche, mentre il Brent a Londra ha raggiunto i 129 dollari. Colpa dei timori relativi agli approvvigionamenti e della debolezza del biglietto verde.Continua dunque a salire il costo del pieno d`auto per gli automobilisti italiani che negli ultimi cinque mesi, dall`inizio cioè dell`anno, devono pagare 6 euro in più per il rifornimento di benzina per un`auto di medio-alta cilindrata, mentre per un rifornimento completo di una vettura delle stesse caratteristiche diesel l`aggravio risulta ancora superiore: quasi 15 euro in più rispetto all`inizio dello scorso mese di gennaio. Un litro di diesel nei primi giorni del 2008 costava infatti intorno a 1,209 euro al litro contro gli attuali picchi a 1,499 euro segnati dall`Agip, vale a dire quasi 30 centesimi in meno rispetto i livelli attuali. Per un litro di verde, invece, a inizio anno erano necessari 1,374 euro. Allarmata la Federconsumatori per la quale con i prezzi record dei carburanti “le ricadute per le famiglie saranno pesantissime, pari a 228 euro per la benzina e 372 euro per il gasolio“. Sulla stessa linea il Codacons che chiede “interventi urgenti sul piano fiscale, al fine di contenere i rincari selvaggi dei listini“. Su ogni litro di carburante, spiega il presidente dell`associazione dei consumatori, Carlo Rienzi, “ogni automobilista paga 0,27 euro per guerre, catastrofi naturali, missioni all`estero. Balzelli imposti in epoche lontane e in circostanza assai diverse, e mai più eliminati“. In attesa che il governo intervenga in maniera efficiente ed efficace “in favore dei cittadini massacrati dal caro-petrolio“, le due associazioni mettono a disposizione degli automobilisti un elenco con l`indicazione di tutti i distributori indipendenti presenti sul territorio, presso i quali è possibile risparmiare fino a 8 centesimi di euro al litro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox