12 Ottobre 2011

BENZINA: CASPER, GOVERNO INERTE, CANCELLI AUMENTI IVA-ACCISE

 
DA INTERVENTI FISCALI +79 EURO L’ANNO

 
 
           
            (ANSA) – ROMA, 12 OTT – "Il Governo non solo è inerte, ma
addirittura complice di rincari e speculazioni sui carburanti.
Basti pensare ai recenti interventi decisi dal nostro esecutivo
che, attraverso l’incremento delle accise e dell’Iva sulla
benzina, hanno prodotto un aggravio di spesa, solo per i costi
diretti, pari a 79 euro annui ad autovettura". Lo afferma
Casper, Comitato contro le speculazioni e per il risparmio
(Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione
Nazionale Consumatori) di fronte agli andamenti opposti di
petrolio e benzina.
   Il greggio infatti, sottolineano le associazioni dei
consumatori in una nota, è oggi in calo, per la prima volta
dopo sei sedute al rialzo e sulla rete si registrano invece
rincari dei listini, con la verde che arriva a quota 1,630 euro
al litro. "Il Governo dovrebbe intervenire per incentivare una
diminuzione dei listini alla pompa, salvaguardando i bilanci
delle famiglie – aggiunge Casper – Per tale motivo chiediamo un
passo indietro dell’esecutivo su Iva e accise, cancellando gli
‘aumenti di Stato’ imposti negli ultimi mesi". (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox