7 Aprile 2011

BCE: CONSUMATORI,CON RIALZO TASSI MUTUI PIU’CARI DI 200 EURO

IN DIFFICOLTA’ ALMENO 30MILA FAMIGLIE

 
 
           
            (ANSA) – ROMA, 7 APR – La decisione della Banca centrale
europea di alzare i tassi "produrrà una stangata per le
famiglie italiane che stanno pagando un mutuo a tasso
variabile". A lanciare l’allarme sono i consumatori, che
calcolano, mediamente, un incremento di oltre 200 euro l’anno.
   Secondo il Codacons, "l’aumento del tasso di riferimento ed
il conseguente aumento del costo dei mutui metterà in
difficoltà con il pagamento delle rate almeno 30.000
famiglie". L’aumento medio sarà di 204 euro l’anno (17 euro al
mese). Sulla stessa linea l’Adoc, che prevede 216 euro in più
l’anno, oltre ai 300 euro derivanti dai rincari di luce e gas.
Secondo i calcoli di Federconsumatori e Adusbef, la decisione
della Bce comporterà "una maggiorazione delle rate pari a 132
euro l’anno (11 euro al mese) per un mutuo decennale di 100.000
euro a tasso variabile. Maggiori oneri – secondo le due
associazioni – colpiranno chi ha un mutuo di 100.000 euro di
durata ventennale, che passa da 506 euro al mese a 518, e i
mutuatari con prestiti da 200.000 euro a 10 anni, con i ratei
che passano da 1.840 euro mensili a 1.862 nella migliore delle
ipotesi. Stangata doppia per un mutuo ventennale di 200.000 euro
(+24 euro al mese)".
 
 
(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox