9 Maggio 2008

Barile a 124,5 dollari, benzina a 1,47

LA RIDUZIONE DI PREZZO UN GIORNO ALLA SETTIMANA DURERÀ FINO AL 6 LUGLIO E PER CHI HA LA TESSERA TELEPASS ARRIVERÀ A 8 CENTESIMI
Barile a 124,5 dollari, benzina a 1,47

Con l`avvicinarsi dell`estate torna in autostrada (dall`11 maggio al 6 luglio) lo sconto domenicale al distributore che aveva già avuto successo nel 2007. Quest`anno si potranno risparmiare 5,6 centesimi di euro al litro o anche di più. Ma intanto una nuova ondata di rincari dei carburanti si mangia in anticipo una parte del vantaggio: ieri alcuni prezzi sono stati aumentati di 2,5 centesimi, e così si sono visti nuovi massimi storici (nella rete Agip) della benzina e del gasolio, con 1,472 e 1,455 euro al litro rispettivamente. Nell`ultimo mese i prezzi di “verde“ e diesel sono aumentati di circa 10 centesimi al litro, e questo fatto, quando si fa il pieno a un`auto di medio-alta cilindrata, si traduce in un maggior costo di 5 euro. All`orizzonte non ci sono schiarite, perché ieri il barile a New York ha toccato il nuovo record di prezzo a 124,53 dollari (chiusura a quota 123,69). Quasi inutile ripetere perché questo succeda: dollaro debole, iper-consumi, e la speculazione che ci marcia. Lo sconto minimo di 5,6 centesimi di euro al litro su benzina e gasolio tutte le domeniche a partire dall`11 maggio e fino al 6 luglio verrà praticato sulla rete di Autostrade per l`Italia, che co-finanzia l`iniziativa dividendone il costo con le compagnie Agip, Api, Erg, Esso, Shell, Som, Tamoil e Total. In tutto i distributori autostradali interessati saranno 210. Il prezzo ridotto si potrà ottenere fra le ore 6 e le 22 e riguarda la modalità “servito“ (non il fai-da-te). Per i possessori di Telepass Premium lo sconto potrà arrivare fino a 8 cent. Autostrade per l`Italia definisce l`iniziativa “un contributo tangibile contro l`incremento del prezzo del petrolio“. Le associazioni dei consumatori, pur plaudendo, chiedono di più. “È un`ottima iniziativa che determina vantaggi concreti per gli automobilisti“ dice il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. Adesso, “la nostra speranza è che Autostrade per l`Italia possa proseguire così per tutto il periodo estivo e che altre società autostradali seguano questo positivo esempio“. L`Adoc di Carlo Pileri sollecita il nuovo governo a darsi da fare “riducendo le accise di 10 centesimi e favorendo la diffusione di distributori non di marca“. Una nota di Federconsumatori calcola in 1.145 euro l`incremento della spesa annuale per una famiglia media dovuto al caro-petrolio e ai suoi effetti diretti (prezzo dei carburanti) e indiretti (bollette di luce e gas e altre ricadute). L`Unione petrolifera prova a difendersi e segnala che il differenziale fra il prezzo della benzina italiana e quella dell`Ue al netto delle tasse pur continuando ad esistere (a nostro danno) è leggermente calato nelle ultime settimane a 3,4 cent al litro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this