24 Aprile 2003

Baraccopoli con vista: casba sul lungomare

Baraccopoli con vista: casba sul lungomare



Alghero. La passeggiata Busquets rischia di trasformarsi in una casba. L?allarme arriva dalle associazioni ambientaliste Wwf, Codacons e Italia Nostra che, con una nota, denunciano lo stato di caos che regna nel nuovo lungomare Barcellona, disegnato dall?urbanista spagnolo Joan Busquets in collaborazione con gli architetti algheresi Tore Frulio e Antonio Muzzetto.
In particolare le sentinelle del verde sono preoccupate per la presenza di un numero eccessivo di chioschi (bar e souvenir), lungo l?area riservata ai pedoni. Casotti tutti uguali, di colore rosso, che la stessa Soprintendenza ai beni artistici di Sassari aveva bocciato. «Ci lascia perplessi la concentrazione di tanti esercizi commerciali lungo un tratto già ricco di bar, paninoteche, tabacchi e farmacie Ñ scrivono i dirigenti delle associazioni Ñ mentre è più logico che i chioschi e le relative attività di servizio, in numero limitato e sostenibile, siano dislocate ben distanziate le une dalle altre lungo tutta la passeggiata senza snaturarne la valenza paesaggistica e trasformandola in una baraccopoli».
A mandare su tutte le furie gli ecologisti, poi, la comparsa di un vecchio chiosco, spuntato improvvisamente tra le palme. Una costruzione che mal si sposa con il resto delle strutture, distante diversi metri dai punti già predisposti per gli allacci ai sottoservizi (energia elettrica e acqua).
«Ne consegue che dovrà essere spaccata la nuova pavimentazione? Ñ si domandano Wwf, Codacons e Italia Nostra Ñ Ci chiediamo anche come la città, i cui contribuenti hanno sborsato direttamente diversi miliardi di vecchie lire (il progetto non gode di finanziamenti regionali o europei) per poter realizzare la riqualificazione urbana degli affacci a mare, possano accettare tutto questo disordine?».
In realtà nemmeno all?attuale giunta di centro-destra piace la situazione che si è venuta a creare sul nuovo lungomare.
«Siamo d?accordo con gli ambientalisti Ñ dice l?assessore allo Sviluppo economico, Franco Simula Ñ ma le assegnazioni delle postazioni ai vari commercianti che ne avevano fatto richiesta sono stabilite dalla precedente amministrazione una settimana prima del nostro insediamento. L?ultima baracca, poi, non possiede nemmeno l?autorizzazione comunale». Nel tentativo di restituire dignità al primo tratto di passeggiata Busquets, gli ambientalisti hanno deciso di costituire un ?Comitato per la bellezza? aperto a tutti i cittadini con lo scopo di promuovere un referendum intitolato: ?Sbaraccate la passeggiata: no a un?orgia di chioschi che oscurano il paesaggio. Sì a pochi e piccoli chioschetti discreti ben distribuiti lungo tutta la passeggiata?. Inoltre le associazioni si batteranno per il mantenimento del nome attuale della via, ovvero, Giuseppe Garibaldi, che a sentire i verdi, testimonia la volontà degli algheresi di ricordare l?approdo dell?Eroe dei due mondi in città avvenuto nel 1855.





Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox