7 Ottobre 2003

BANCONOTE DA 1 E 2 EURO: BOICOTTATE LE PROPOSTE DELL`INTESA

    BANCONOTE DA 1 E 2 EURO: PRIMA DELL?INTRODUZIONE DELL?EURO, IL MINISTRO TREMONTI E I VERTICI DELLA BCE HANNO BOICOTTATO LE PROPOSTE DELL?INTESA DEI CONSUMATORI DI STAMPARE LE BANCONOTE DI CARTA COME ANTIDOTO AL CAROVITA! OGGI ATTRIBUISCONO POTERI DIVINATORI ALL?EURO DI CARTA, PER ESORCIZZARE LA LORO TOTALE INERZIA SIA NEL CONTROLLARE PREZZI E TARIFFE CHE NELL?IMPOSTARE POLITICHE ECONOMICHE RISPETTOSE DEI DIRITTI DEI CITTADINI E DEI PENALIZZATI CONSUMATORI EUROPEI!

    L?INTESA RISPONDE A FINI E LA RUSSA: ALTRO CHE SOCIALISMO REALE…QUI SI TRATTA DELLA REPUBBLICA DELLE BANANE “VIRTUALE“!!!

    www.codacons.it

    Sportello Euro

    ?Le nuove banconote da un euro non arriveranno, almeno per qualche anno. Lo ha deciso il consiglio direttivo della Bce che ha rinviato la decisione a quando verrà realizzata la seconda serie della moneta unica, cioè tra il 2005 e il 2010. La Bce ha precisato che in ogni caso occorreranno almeno due anni tra il momento in cui l`introduzione verrà eventualmente decisa e l`immissione delle nuove banconote sul mercato?.

    Tra le altre proposte che le associazioni dell?Intesa dei Consumatori (Adoc, Adusbef, Codacons,Federconsumatori) inoltrarono alla commissione europea ed alla BCE almeno 1 anno prima l?introduzione dell?euro, ci fu quella di istituire (come negli Stati Uniti), le banconote da 1 euro come il conio e l?utilizzo di 1 e 2 centesimi di euro, quale deterrente alle speculazioni ed al carovita.

    Quelle proposte, che non furono neppure considerate e durarono il tempo dei lanci di stringate notizie sulle agenzie di stampa, vengono oggi riprese dai papaveri della BCE e dai ministri economici UE come soluzioni tangibili al carovita che strozza soprattutto i cittadini italiani alle prese con aumenti, arrotondamenti e speculazioni a quasi 2 anni dal change-over, facendo diventare il caro prezzi una vera e propria emergenza nazionale, per occultare le gravi responsabilità di politiche economiche sbagliate che producono vantaggi, tanto per cambiare a monopoli ed oligopoli, penalizzando i cittadini.

    Meglio tardi che mai, ma la prossima volta – egregi ministri Tremonti e Marzano – evitate di dare appellativi di ?euroterroristi? ai rappresentanti dell? Intesa dei Consumatori in quanto accusati dal Governo italiano di aver osato difendere i redditi delle famiglie, falcidiati dal ?caro-euro? ed i diritti dei cittadini.

    Replicando infine alle dichiarazioni odierne di Fini e La Russa l?Intesa afferma ironicamente: ?Altro che socialismo reale?qui si tratta della Repubblica delle banane ?virtuale?!!!?



    Intesa


      Aree Tematiche:
    • EURO

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox