9 Febbraio 2019

Banche: Pd-consumatori, rischio effetto quote latte

Esponenti dem, sospetto scontro con Ue per risparmiare 1,5 mld
TREVISO
(ANSA) – TREVISO, 9 FEB – Il riconoscimento di risarcimenti ai risparmiatori traditi delle ex banche popolari venete nonostante il parere contrario della Ue rischia di provocare l’effetto “quote latte”, cioè l’obbligo di restituire quanto indebitamente percepito. Il richiamo è giunto oggi a Montebelluna (Treviso), nel corso di un incontro fra vari esponenti del Pd fra cui gli ex parlamentari Laura Puppato, Giorgio Santini, Pierpaolo Baretta, il senatore Andrea Ferrazzi, e rappresentanti di associazioni di risparmiatori e consumatori (Adiconsum, Adusbef, Codacons). La riunione è stata convocata anche per suggerire all’attuale esecutivo lo strumento per allontanare la censura europea attraverso un percorso breve “che si può approvare in pochi minuti”: introdurre nel meccanismo di risarcimento la figura di un arbitro, sia l’autorità anticorruzione (Anac) o l’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) della Consob. La commissione di nomina politica prevista dall’attuale normativa, peraltro retribuita con risorse dello stesso fondo, oltre a non essere accettabile dalle autorità europee, è stato ricordato, introduce una discrezionalità nell’assegnazione delle priorità contraria al principio della parità di condizioni rispetto a regole prefissate. Il sospetto, è stato rilevato, è che lo scontro con la Ue sia deliberatamente cercato da questo governo in modo tale da poter risparmiare gli 1,5 miliardi destinati ai risparmiatori e attribuire la mancata erogazione a responsabilità di Bruxelles. Tutto ciò “a fini esclusivamente elettorali – hanno concluso gli esponenti dem – e giocando una grande speculazione sulla pelle dei danneggiati”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox