24 Marzo 2009

BANCHE: I CONSUMATORI CHIEDONO LO SCIOGLIMENTO DI “PATTI CHIARI”

    INUTILI LE ATTUALI REGOLE DEL CONSORZIO PERCHE’ GIA’ RESE OBBLIGATORIE DA BANKITALIA E CONSOB DOPO LA FIGURACCIA DEI TITOLI LEHMAN LA PUBBLICITA’ DI PATTI CHIARI RISULTAVA INGANNEVOLE

     

    Le associazioni dei consumatori Adusbef, Codacons e Federconsumatori chiedono oggi lo scioglimento di “Patti Chiari”, il consorzio voluto dalle banche con lo scopo, almeno sulla carta, di promuovere la qualità e l’efficienza del mercato e l’educazione finanziaria nel nostro Paese e sviluppare programmi, strumenti e regole per favorire una migliore relazione banca-cliente.
    “La vicenda Lehman Brothers che ha trascinato con se migliaia di risparmiatori italiani, grazie ai consigli spregiudicati delle banche, ha dimostrato come Patti Chiari, così come è conformato oggi,  non serva a nulla – affermano le tre associazioni – Il Consorzio, sul quale sono piovute tra l’altro alcune interrogazioni parlamentari a firma del Senatore dell’IdV, Elio Lannutti,  si è rivelato uno spot senza alcuna utilità reale per gli utenti, e pertanto va sciolto. Inoltre – proseguono Adusbef, Codacons e Federconsumatori – le regole varate da questo organismo sono la copia di disposizioni rese obbligatorie da istituzioni quali Banca d’Italia e Consob, e la pubblicità che Patti Chari faceva sulla stampa, specie dopo il caso Lehman, finiva per risultare ingannevole per gli utenti”.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox