24 Marzo 2009

BANCHE: I CONSUMATORI CHIEDONO LO SCIOGLIMENTO DI “PATTI CHIARI”

INUTILI LE ATTUALI REGOLE DEL CONSORZIO PERCHE’ GIA’ RESE OBBLIGATORIE DA BANKITALIA E CONSOB DOPO LA FIGURACCIA DEI TITOLI LEHMAN LA PUBBLICITA’ DI PATTI CHIARI RISULTAVA INGANNEVOLE

 

Le associazioni dei consumatori Adusbef, Codacons e Federconsumatori chiedono oggi lo scioglimento di “Patti Chiari”, il consorzio voluto dalle banche con lo scopo, almeno sulla carta, di promuovere la qualità e l’efficienza del mercato e l’educazione finanziaria nel nostro Paese e sviluppare programmi, strumenti e regole per favorire una migliore relazione banca-cliente.
“La vicenda Lehman Brothers che ha trascinato con se migliaia di risparmiatori italiani, grazie ai consigli spregiudicati delle banche, ha dimostrato come Patti Chiari, così come è conformato oggi,  non serva a nulla – affermano le tre associazioni – Il Consorzio, sul quale sono piovute tra l’altro alcune interrogazioni parlamentari a firma del Senatore dell’IdV, Elio Lannutti,  si è rivelato uno spot senza alcuna utilità reale per gli utenti, e pertanto va sciolto. Inoltre – proseguono Adusbef, Codacons e Federconsumatori – le regole varate da questo organismo sono la copia di disposizioni rese obbligatorie da istituzioni quali Banca d’Italia e Consob, e la pubblicità che Patti Chari faceva sulla stampa, specie dopo il caso Lehman, finiva per risultare ingannevole per gli utenti”.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this