16 Ottobre 2002

Banche, con l?euro i servizi aumentano del 6,8 per cento

E nell?ultima estate spese maggiorate per i prelievi dal bancomat in istituti diversi dal proprio

Banche, con l?euro i servizi aumentano del 6,8 per cento

«L?altro giorno sono andato presso una filiale del Banco di Sicilia per chiudere un conto corrente di mia madre che è morta. Mi hanno chiesto 80 euro. È normale questo?», ci chiede Luciano da Roma. «Se spedire una lettera costa 0,41 euro, perché l?invio dell?estratto conto bancario deve costare 1,50 euro, a prescindere dall?istituto bancario?». Tutto questo non genera inflazione?, aggiungono altri lettori che si collegano con il Corriere on line e che mettono il dito sui rincari più alti. Le cifre dell?Istat hanno confermato che i costi dei servizi bancari sono cresciuti dal dicembre scorso al luglio di quest?anno del 6,8 per cento. Secondi nella classifica degli aumenti solo all?Rc auto che ha toccato il »11,1 per cento. Purtroppo sugli aumenti delle banche si registrano fatti più recenti: le banche italiane non rispettano un nuovo regolamento della Ue sui pagamenti transfrontalieri. Se un romano va all?estero e preleva denaro con il Bancomat in una banca diversa dalla sua, gli si applicano spese superiori a quelle dovute: 3 invece di 1,5 euro per operazione. La denuncia è arrivata sul tavolo europeo da Adusbef che ha documentato come tutti i turisti che hanno usato il Bancomat all?estero questa estate ci hanno rimesso un 50% per ogni prelievo. «Di fatto – sostiene Elio Lannutti, presidente di Adusbef – si dovrebbe chiedere il rimborso alla propria banca perché la normativa è in vigore dal 1° luglio». I due «furbi» che hanno alimentato il costo delle spese bancarie sono Italia e la Grecia. Complimenti!
Ognuno di noi può spulciare le variazioni dei costi della sua banca sugli annunci commerciali che gli istituti di credito sono obbligati a pubblicare, per la trasparenza, in Gazzetta Ufficiale (parte seconda). Come ha fatto il mensile Soldi&Diritti , scopriremo che il Banco di Napoli ha aumentato del 33,33% la commissione per l?acquisito dei Bot a 1 anno, che la Bnl fa pagare 4 euro per le bollette pagate per cassa e che la Banca di Roma applica un tasso del 13,750% come Taeg per scoperto autorizzato.
Secondo l?Intesa dei consumatori (doc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori), mettendo insieme i dati Istat, Isvap e ministero dell?Economia la spesa mensile dei servizi bancari è passata da 30,45 a 33,77 euro e ad esempio il costo annuo per 11 operazioni bancarie al mese è passato a 401 euro dalle 364 del gennaio 2002. Ancora una volta se si guarda il paniere dell?Istat si scopre che il peso dei servizi bancari è quasi irrisorio: 0,5075, meno della voce fiori e piante che pesano sul paniere del costo della vita per lo 0,5523!

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this