30 Gennaio 2015

Bambino di tre anni azzannato in cortile dal rottweiler di casa

Bambino di tre anni azzannato in cortile dal rottweiler di casa

COGLIATE Azzannato da un rottweiler, mentre giocava in giardino. Un bimbo di tre anni ha rischiato di morire, ieri mattina, nel cortile della sua casa. L’ incidente è accaduto poco dopo le 10 in via dei Campi, in una villa signorile immersa nel verde, al confine tra Cogliate e Ceriano Laghetto. La mamma del piccolo si stava preparando per uscire di casa. Nel frattempo il bimbo è sceso in cortile e si è messo a giocare con uno dei tre rottweiler che fanno la guardia all’ abitazione. Quando la donna è arrivata in giardino, si è trovata di fronte a una scena drammatica: uno dei cani stava azzannando suo figlio alle gambe. Sono state le urla disperate della madre ad attirare due passanti che sono entrati nella villa. E, senza pensarci due volte, hanno bloccato l’ animale, afferrandolo per il collo e costringendolo a mollare la presa. Un gesto coraggioso, che ha salvato la vita al bambino. Quando sono arrivati i volontari della Croce Azzurra di Caronno Pertusella, i medici del 118, i carabinieri di Desio e gli agenti della polizia locale di Cogliate, il piccolo era sotto choc. Immobile, non riusciva a parlare. La mamma ha avvisato il marito, un imprenditore che gestisce un locale a Saronno. I medici hanno medicato il bambino, bloccando le perdite di sangue. Per fortuna, i morsi non avevano leso organi vitali. Trasportato con l’ elisoccorso di Como all’ ospedale Niguarda di Milano, il bimbo è stato operato d’ urgenza. I medici sono riusciti a ricucire i tessuti e gli hanno praticato due trasfusioni di sangue. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. Sull’ episodio si è pronunciato il Codacons con un comunicato: «Senza esprimere giudizi sul caso specifico, esistono razze di cani potenzialmente pericolosi per l’ uomo, come i pitbull o i rottweiler, che per le loro caratteristiche (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali. Per questo da tempo chiediamo che sia reso obbligatorio un patentino per chi possiede questi animali». Marco Mologni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this