fbpx
2 Novembre 2018

Bagaglio a mano, Antitrust sospende le nuove policy di Ryanair e Wizz Air

 

ROMA – Stop al supplemento per i bagagli a mano di Ryanair e Wizz Air. Lo ha stabilito l’ Antitrust che, a seguito di un procedimento istruttorio, ha disposto in via cautelare la sospensione delle nuove policy entrate in vigore dal 1 novembre. Entrambe le compagnie avevano deciso di offrire gratuitamente solo il trasporto di una piccola borsa da collocare al di sotto del sedile. A pagamento tutti i trolley anche di piccole dimensioni. “La richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisce una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e vizia il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore”, spiega l’ Authority. Per cui Ryanair e Wizz Air dovranno “sospendere provvisoriamente” ogni attività diretta a richiedere un supplemento di prezzo rispetto alla tariffa standard per il trasporto del “bagaglio a mano grande” (trolley), “mettendo gratuitamente a disposizione dei consumatori, a bordo o in stiva, uno spazio equivalente a quello predisposto per il trasporto dei bagagli a mano nell’ aeromobile”, sottolinea l’ Antitrust. Le due compagnie dovranno comunicare all’ Autorità entro 5 giorni le misure adottate in ottemperanza a quanto deciso. Ma al momento le reazioni non sembrano concilianti. Ryanair ha fatto sapere di volere fare “immediatamente appello a questa decisione: non vi è alcuna giustificazione valida per un’ autorità garante della concorrenza di emettere una decisione relativa alla sicurezza aerea o alla puntualità. Questa policy bagagli è trasparente e a vantaggio dei consumatori”, si legge in una nota. Stesso tenore per la low cost ungherese Wizz Air secondo la quale “la nuova politica sui bagagli – applicata in tutta la sua vasta rete di 142 destinazioni in 44 paesi – è una politica del bagaglio trasparente e onesta che offre la più ampia scelta di bagagli per i propri clienti”. Il provvedimento dell’ Antitrust fa intanto esultare le associazioni dei consumatori. “Oggi l’ Antitrust ci dà pienamente ragione, accogliendo le nostre richieste”, dichiara il Codacons. “Ora il prossimo passo dovrà essere la restituzione integrale da parte delle due compagnie aeree di quanto pagato dagli utenti per il supplemento bagagli sospeso dall’ Autorità”, sottolinea l’ associazione. Altroconsumo aggiunge: “Finalmente l’ Antitrust ha bloccato la pratica opaca di Ryanair di spezzettare le componenti del viaggio in aereo e farne pagare il costo a parte. Ai consumatori non possono essere imposti dall’ oggi al domani sovrapprezzi arbitrari senza poter aver chiaro quale sia il costo del contratto di viaggio per il volo”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox