18 Maggio 2011

“Azione collettiva per Tucker”

«Azione collettiva per Tucker»

ALL’ INDOMANI della sentenza della Corte d’ Appello di Bologna che ha condannato a sei anni Mirco Eusebi, il titolare dell’ azienda Tucker di Riccione e a 5 anni e 7 mesi Ivana Ferrara, sua moglie, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, il Codacons è pronto ad avviare un’ azione collettiva nei confronti dei vertici dell’ azienda. La truffa sarebbe legata alla commercializzazione di una sorta di tubo di scappamento per auto che avrebbe dovuto abbattere l’ inquinamento dei gas di scarico e far risparmiare combustibile e costi per aziende e privati. Tuttavia, secondo il Codacons vennero installati più di 14mila dispositivi (molti anche nella nostra provincia), la cui efficacia non è stata dimostrata. La Corte felsinea ha in pratica confermato la sentenza di primo grado che aveva stabilito una pena di 11 anni e 4 mesi per Eusebi e 10 anni e 10 mesi per la Ferrara, dimezzata per l’ intervenuta prescrizione di alcuni reati. La Corte d’ Appello ha anche confermato la provvisionale di mille euro a ciascuna delle parti civili. Proprio questa scelta, si legge in un nota del Codacons, farà partire «un’ azione collettiva in sede civile per ottenere per ciascun danneggiato la quantificazione esatta del danno dal giudice civile e il titolo per poter recuperare tali somme sui conti e beni sequestrati a suo tempo alla Tucker e agli imputati come risultato della truffa realizzata».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this