24 Marzo 2009

Autostrada Livorno-Civitavecchia: il Codacons ha presentato ricorso al Tar

Autostrada Livorno-Civitavecchia: il Codacons ha presentato ricorso al Tar (tribunale amministrativo regionale) del Lazio contro la realizzazione del cosiddetto "corridoio". Motivo? «I territori sui quali passerà l’arteria – dicono nella sede dell’associazione – rappresentano un patrimonio naturale e culturale riconosciuto dall’Unesco. L’impatto ambientale dei lavori modificherà in modo irreversibile siti di inestimabile bellezza, con danni incalcolabili per il nostro Paese».  Dal punto di vista tecnico-amministrativo, il Codacons contesta vari aspetti del progetto e punta il dito su presunte violazioni di norme in ordine del «diritto a una esatta informazione, la valutazione di impatto ambientale, la verifica tecnica del tracciato anche sulla base di modalità alternative proposte dai comitati e associazioni ambientaliste».  Inoltre, sempre a livello procedurale, il Codacons rileva la presunta violazione di norme della legislazione comunitaria. «La nuova autostrada – concludono i responsabili dell’associazione – appare come un’opera inutile e costosissima, senza contare l’impatto sul territorio, soprattutto a livello di inquinamento acustico, atmosferico, idrogeologico». Col ricorso, depositato ieri mattina, si chiede in prima battuta la sospensiva di tutti gli atti di approvazione del progetto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox