20 Marzo 2002

Auto, intesa anti-truffa

ROMA ? Intesa delle associazioni dei consumatori contro le case automobilistiche che non garantiscono la consegna delle auto in caso di fallimento dei propri concessionari. Codacons, Adoc, Adusbef e Federconsumatori – si legge in una nota – promuoveranno un`azione inibitoria nei confronti di Fiat, Autogerma, Bmw, Citroen, Nissan, Opel, Peugeot, Renault e Toyota per omessa garanzia di consegna di autoveicoli. In Italia – rilevano le associazioni dei consumatori – soltanto due case costruttrici (Ford e Mercedes) garantiscono la consegna dell`automobile in caso di fallimento del concessionario: «tutte le altre case addossano ai consumatori la omessa consegna delle automobili nuove, che devono essere pagate anticipatamente senza avere la certezza dell`avvenuta intestazione (proprietà) del bene acquistato». Secondo Codacons, Adoc, Adusbef, e Federconsumatori «interessi particolari difendono ben 5 soggetti (Aci, PRA, Motorizzazione Civile, Notai, Agenzie Pratiche Auto) con i relativi insopportabili costi per i consumatori (un passaggio di proprietà di un`auto costa 400 euro in media in Italia, a causa dei doppioni burocratici, contro 50 di Francia, Germania ed Inghilterra)». Quando si acquista un`auto nuova – aggiungono le associazioni dei consumatori – «occorre fidarsi ad occhi chiusi della consegna, che avverrà anche un mese dopo, mentre l`intestazione del bene avverrà dopo 60 giorni. Se nel frattempo il concessionario fallisce, scappa con i soldi, o si rivende la macchina già venduta e pagata anticipatamente, il consumatore resta con un pugno di mosche. Si arriva al paradosso – conclude la nota congiunta delle associazioni – che anche avendola ritirata, non ne diventa effettivo proprietario fino a quando non riceve il certificato di proprietà e l`iscrizione al PRA, dati i 60 giorni di tempo previsti per l`iscrizione».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox