29 Novembre 2009

Auto deprezzata se appartiene a un fumatore

 
 Il fumo fa male anche al portafoglio. Secondo i venditori di auto usate la vettura di seconda mano, se appartenuta a un fumatore, vale 600 euro di meno. La Lega trova un insolito alleato nella guerra alla sigaretta in automobile, lanciata la scorsa settimana con un emendamento alla riforma del Codice della strada. Secondo una stima di CarNext, societá che si occupa della commercializzazione di oltre 35.000 autoveicoli usati all’anno provenienti dalle flotte aziendali del Gruppo LeasePlan, il deprezzamento di una vettura provocato dall’abitudine di fumare in auto è dovuto ai danni causati dal fumo all’abitacolo, per il permanere della puzza di fumo e per la maggiore difficoltá al momento della rivendita. Il Parlamento ora dovrà discutere l’emendamento alla riforma del Codice della Strada che vieta il fumo in auto ai conducenti e che prevede una contravvenzione da 250 euro e la sottrazione di 5 punti dalla patente. Le sanzioni sono raddoppiate se a bordo dell’auto è presente un minore.  Plaude l’iniziativa della Lega Carlo Rienzi, presidente del Codacons, che da anni cerca di sensibilizzare le forze politiche su questo problema: «Fumare una sigaretta alla guida di una vettura aumenta il rischio di incidenti e può rappresentare un pericolo per il guidatore, i passeggeri e per l’incolumitá degli utenti della strada. Si stima infatti che il 15% degli incidenti stradali dovuti a distrazione sia riconducibile proprio al fumo di sigaretta. È stato calcolato -racconta Rienzi- che per accendere una sigaretta alla guida dell’auto servono in media due secondi. Secondi nei quali l’attenzione del conducente è esclusivamente rivolta alla sigaretta».La sanzione per chi fuma in auto non è, comunque, una novità, norme simili sono già state varate in Inghilterra, in Canada e a San Marino.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox