18 Dicembre 2014

Auto Blu, nel 2015 partono i tagli

Auto Blu, nel 2015 partono i tagli

da  corrieredellosport.it

Confermati i tagli alle auto blu, che saranno spalmati nell’ arco del 2015, con una gradualità che rispecchia le dimensioni del parco macchine di ciascuna amministrazione centrale. Lo stabilisce il Decreto del Presidente del Consiglio sulle auto blu, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’ 11 dicembre. La sforbiciata, che prevede un tetto di 5 auto per amministrazione, dovrà essere ottenuta nei prossimi 2 mesi per gli enti che attualmente hanno a disposizione fino a 50 auto. Fino a 100 la scadenza è per giugno, oltre quel limite il termine è fissato a fine 2015. Riportiamo integralmente l’ articolo 1 (fonte Gazzetta Ufficiale): Il presente decreto fissa il numero, per le amministrazionicentrali dello Stato di cui all’ art. 2, comma 1, e disciplinal’ utilizzo, da parte delle amministrazioni pubbliche di cui all’ art.3, comma 1, delle autovetture di servizio con autista per iltrasporto di persone, assegnate ad uso esclusivo o non esclusivo, alfine di conseguire obiettivi di risparmio di spesa e trasparenzanell’ utilizzo delle stesse autovetture, anche attraverso modalita’ innovative di gestione, nonche’ di razionalizzazione deglispostamenti per motivi di servizio. Sono rimesse alla valutazionedegli organi costituzionali la definizione del numero e la disciplinadelle modalita’ di utilizzo delle auto di servizio e dirappresentanza. Dai tagli restano escluse le vetture della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco, de Carabinieri etc. oltre ovviamente tutte le auto utilizzate da enti preposti alla pubblica assitenza e i veicoli blindati utilizzati per “ragioni di sicurezza e protezione personale”. Il decreto riceve il plauso del Codacons: “Bene i tagli alle auto blu decisi con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, ma occorre introdurre controlli sul reale utilizzo delle auto di servizio da parte delle amministrazioni e ridurre drasticamente il numero del parco auto in dotazione alla Pa”. Il comunicato dell’ associazione sottolinea come le auto di servizio della Pa, comportino “anche un costo non indifferente per la collettività, pari a circa 1 miliardo di euro all’ anno”. In una nota il presidente Carlo Rienzi ricorda inoltre: “I dati aggiornati ad agosto 2014 ci dicono che l’ intero parco auto di enti locali e centrali (auto blu e auto grigie) ammonta a 54.571 vetture, un numero abnorme ed eccessivo nonostante i tagli operati negli ultimi anni”. Insomma per Rienzi occorre “ridurre drasticamente il numero delle auto blu ed accertare che esse siano realmente utilizzate per esigenze di servizio e non per soddisfare bisogni privati e personali di politici e dirigenti e dei loro familiari”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox