4 Marzo 2019

AUMENTO DELLE STRISCE BLU A ROMA: FIRMA LA PETIZIONE PER FERMARE IL NUOVO PIANO TARIFFARIO

Tra poche settimane il Comune di Roma si troverà a deliberare nuovamente sull’aumento delle tariffe delle c.d. strisce blu. Se anche tu sei un cittadino romano e ritieni che il nuovo piano tariffario relativo alla sosta su strada non debba essere approvato, firma con noi la petizione al Comune di Roma.

Potrai aderire fino al 30 giugno 2019

I FATTI

Ci risiamo. Dopo l’annullamento della delibera n. 48/2014 con la quale il Comune di Roma aveva già tentato di aumentare le tariffe delle c.d. strisce blu, tra pochi giorni la Giunta Capitolina si troverà nuovamente a deliberare su una rinnovata proposta di modifica della disciplina della sosta tariffata.

Il nuovo Piano, in particolare, prevedrebbe l’innalzamento delle tariffe a tre euro l’ora nella Ztl del centro storico (oggi è a 1,20 euro), mentre nelle restanti aree della zona 1 (entro le Mura Aureliane) da uno a due euro. Nella zona 2, all’interno dell’anello ferroviario, la sosta dovrebbe essere aumentata a 1,50 l’ora mentre nella zona 3, che comprende la fascia verde e si estende nell’ala est della città, ad un euro l’ora.

Dovrebbe inoltre essere prevista l’eliminazione delle strisce bianche nella zona Ztl, con un correlativo aumento degli stalli a pagamento dagli attuali 75.820 a circa 93.000 (+22%).

Infine la proposta sospenderebbe la tariffa agevolata giornaliera pari ad euro 4,00 per otto ore continuative e la tariffa agevolata mensile pari ad euro 70,00 nelle zone Ztl, 1 e 2, oltre che le esenzioni per i residenti in Via Appia, Via Cola di Rienzo, Viale Regina Margherita, Via dello Statuto, Via Magna Grecia, Piazza Vittorio, Viale Europa, Viale Parioli, Viale Giulio Cesare, Via Candia, dalle 10,00 alle 18,00 dei giorni feriali.

Si tratta di un provvedimento che, qualora tradotto in deliberazione, avrà quale unica conseguenza quella di imporre ai cittadini romani un esborso enorme, a fronte di un contesto di trasporto pubblico in alcun modo implementato e ancora significativamente deteriorato ed inefficiente.

In altre parole, non è concepibile aumentare il costo delle strisce blu, lasciando la mobilità capitolina nello stato pietoso in cui versa oggi. Un incremento delle tariffe potrebbe essere accettato solo se accompagnato da misure per migliorare la viabilità, in primis la lotta alla sosta selvaggia e alla doppia fila, insieme ad un incremento dei trasporti pubblici, in modo da spingere gli utenti a lasciare a casa l’ auto e offrire loro alternative valide per gli spostamenti. In caso contrario la proposta, che rischia di tradursi tra pochi mesi in un provvedimento, diverrebbe solamente un atto punitivo nei confronti di una categoria specifica di cittadini -gli automobilisti- annullabile davanti la giustizia amministrativa.

 

L’INIZIATIVA CODACONS

Il Codacons, da sempre impegnato nella battaglia contro gli aumenti indiscriminati delle tariffe della sosta su strada e che, da ultimo, nel 2015 ha ottenuto l’annullamento della delibera n. 48/2014, ha deciso di scendere nuovamente in campo per la tutela di tutti i cittadini romani che, in caso di approvazione del nuovo piano tariffario, sarebbero enormemente danneggiati.

L’Associazione ha quindi deciso di diffidare il Comune di Roma a non adottare la proposta di modifica delle tariffe delle strisce blu, chiedendo un incontro con i vertici dell’Amministrazione per discutere sulla proposta.

Il Codacons, per dar voce a tutti i cittadini, ha organizzato inoltre una petizione online da presentare al Comune di Roma, per chiedere all’Amministrazione di non approvare il nuovo piano tariffario della sosta stradale.

Se anche tu ritieni che il nuovo piano relativo alla sosta su strada non debba essere approvato, unisci la tua voce alla nostra e firma la petizione.

 

PER ADERIRE

Per iscriverti all’associazione e firmare la petizione clicca qui.

N.B. Il termine per firmare la petizione è il 30 giugno 2019.

L’iscrizione avviene tramite l’invio di un sms al numero 4852852 con il testo 203 codacons 2018 al costo onnicomprensivo di € 2,03, di cui una parte destinata:

– alla campagna sociale in favore dell’Associazione Mary Poppins www.assomarypoppins.it che si occupa dei bambini ricoverati nel reparto di oncologia del Policlinico Umberto I di Roma;

– all’Istituto Internazionale di Scienze Mediche Antropologiche e Sociali I.I.S.M.A.S. www.iismas.it attivo nel campo della ricerca medica a favore delle popolazioni più povere dell’Africa, dell’America Latina e del Sud-Est asiatico.


È possibile ottenere ulteriori informazioni riguardo l’iniziativa contattando il Numero Unico Codacons 892.007 (qui i costi): gli operatori dell’Associazione forniranno ogni elemento utile per approfondire la vicenda legale e forniranno la loro consulenza ai cittadini interessati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox