10 Dicembre 2018

Aumenti record per luce e gas

bollette più pesanti per 93 euro a famiglia, via alla campagna «stop rincari energia»
Una maxi stangata da 1,32 miliardi ha pesato sulle tasche delle famiglie nel 2018 per gli aumenti registrati da luce e gas dall’ inizio dell’ anno. Il Codacons ha calcolato che dal primo gennaio al 31 dicembre le tariffe della luce hanno registrato un incremento dell’ 11,12% e quelle del gas del 13,67%. In media una famiglia ha così speso 93 euro in più – 32 euro per la luce e 61 euro per il gas – al lordo delle tasse. Per questo l’ associazione dei consumatori ha lanciato una campagna su «Stop rincari energia», lanciando in concreto un gruppo di acquisto per ottenere sconti sulle bollette. Il Codacons ha elaborato lo studio sulla maggiore spesa subita dalle famiglie italiane nell’ ultimo anno a causa delle tensioni nel settore energetico e degli aumenti delle tariffe luce e gas. Ha calcolato anche l’ alta incidenza di imposte che le famiglie pagano sulle bollette. Oggi italiano paga il 38,68% di imposte e oneri su ogni fattura del gas, e il 27,62% di tasse su ogni bolletta dell’ elettricità. Ciò significa che su una spesa media annua per l’ elettricità pari a 552 euro, la famiglia «tipo» ha pagato 152,4 euro di imposte; per il gas a fronte di una bolletta annuale media di 1.096 euro, la stessa famiglia ha versato addi rittura 424 euro di tasse. Complessivamente nel 2018 le famiglie del mercato tutelato hanno versato 5,4 miliardi di imposte sulla fornitura di gas e 2,6 miliardi di euro di tasse e imposte sull’ elettricità. E proprio l’ eccessiva pressione fiscale porta l’ Italia ai primi posti della classifica dei Paesi Ue dove luce e gas costano di più: il nostro Paese si colloca infatti al 5° posto in Europa per il gas più caro, preceduto solo da Svezia, Danimarca, Paesi Bassi e Portogallo (al 7° posto per l’ elettricità più costosa). Rispetto alla media europea, gli italiani pagano il gas il 20,8% in più. «Proprio per venire incontro alle famiglie e aiutaregli italiani a risparmiare sulle bollette – annuncia l’ associazione – lanciamo la campagna “Stop rincari energià”: un gruppo d’ acquisto del tutto gratuito per i cittadini, avvalendosi dell’ esperienza di Pricewise che ha alle spalle 60 gruppi di acquisto in 13 paesi europei». L’ iniziativa mira a mettere insieme un elevato numero di consumatori che voglionopassare aun contratto di energia meno oneroso a condizioni contrattuali garantite daun’ associazione che tutela i diritti dei consumatori. Trattando direttamente con i fornitori italiani tariffe e condizioni il gruppo d’ acquisto intende strappare contratti più convenienti proprio grazie alla forza di negoziazione garantita dall’ elevato numero di partecipanti. Un’ altra iniziativa prevede di infor mare i consumatori sul superamento delle tutele di prezzo, previsto dal 1° luglio 2020, diffondere la consapevolezza che da quella data il mercato libero diventerà l’ unica modalità di fornitura per l’ energia elettrica e il gas e far conoscere gli strumenti di supporto ai clienti per scelte consapevoli. È questo l’ obiettivo principale del nuovo messaggio dell’ Arera che tutti gli esercenti la maggior tutela nell’ energia elettrica e i fornitori della tutela nel gas dovranno inserire in tutte le bollette emesse nelprimo semestre 2019. Come previsto dalla Legge Concorrenza 2017, dopo aver reso noti messaggi informativi già dall’ inizio del 2018, l’ Autorità ora aggiorna la propria comunicazione in bolletta per aiutare il consumatore a prendere familiarità con il mercato libero e valutare anche la possibilità di cambiare fornitore e/o offerta a seconda della convenienza percepita e delel esigenze familiari.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this