26 Aprile 2019

Aumenti record carburanti, esposto a 104 Procure per aggiotaggio

La stangata sui carburanti rischia di spostarsi nelle aule dei Tribunali. Dopo il rialzo dei prezzi della benzina, che in alcune stazioni di servizio autostradali, due giorni fa, hanno superato i due euro al litro, il Codacons ha inoltrato un esposto a 104 Procure del Paese chiedendo di accertare se non sia stato commesso il reato di aggiotaggio. «Crediamo ci siano gli estremi per una indagine da parte della magistratura volta ad accertare la correttezza dei rincari dei listini di benzina e gasolio che si stanno susseguendo negli ultimi giorni» ha spiegato il Codacons ipotizzando possibili speculazioni legate ai ponti del 25 aprile e del 1 maggio. I rincari, si legge nell’ esposto «appaiono eccessivi e troppo veloci, produrranno una stangata complessiva da oltre 110 milioni di euro a carico delle famiglie in viaggio su strade e autostrade e non sembrerebbero giustificati dall’ andamento del petrolio, considerato che il carburante è stato acquistato dalle compagnie petrolifere quando le quotazioni della materia prima erano sensibilmente inferiori». I prodotti petroliferi nel Mediterraneo viaggiano adesso intorno 66,30 dollari al barile) e le compagnie si sono mosse di conseguenza.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox