fbpx
11 Gennaio 2019

Aumenti in vista per il gas: 105 euro in più a famiglia

stabili le bollette di idrico ed elettricità. niente stangata sulla tari. cresce il pedaggio
di FRANCO ANTOLA – LA SPEZIA – LA stangata vera e propria, apparentemente, non ci sarà. Eppure, facendo due conti, come ha fatto Codacons, si scopre che di qui alla fine dell’ anno il bilancio per le famiglie sarà sicuramente più gravoso, considerati i non pochi aumenti… striscianti. A livello nazionale si parla di 914 euro in più, considerate tutte le voci, dalle forniture energetiche al trasporto; dall’ autostrada all’ Rc auto (+18 euro. E poi i prezzi al dettaglio (+211 euro), gli alimentari (+185), lo svago e la ristorazione (28 euro in più). A Spezia probabilmente la dinamica del carovita risulterà più rallentata, considerata per esempio la politica della riduzione tariffaria perseguita dal Comune capoluogo sul fronte scolastico e delle mense, o la sostanziale «tenuta» della bolletta dell’ acqua, che non subirà ritocchi (da definire invece il possibile aumento del prezzo del biglietto del bus). Per il resto, però, gli adeguamenti decisi dal mercato nazionale (come per i carburanti) non potranno non influire sul quadro locale. Proviamo a dare un’ occhiata a quello che succederà per alcune delle voci più significative. Acqua, luce e gas Nel 2019, niente aumenti in vista per la bolletta idrica. Le tariffe – fanno sapere dall’ Ato provinciale – resteranno infatti quelle già in vigore. Musica diversa per il gas, dove i ritocchi sono legati a decisioni di carattere nazionale. Secondo le tariffe decise da Arera, l’ Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, le bollette saliranno nel trimestre gennaio-marzo del 2,3%. L’ aumento, spiega l’ Autorità, è dovuto all’ incremento della spesa per la materia prima (+0,9% sulla spesa della famiglia tipo), legato alle quotazioni nei mercati all’ ingrosso, all’ incremento degli oneri generali (+1%) e a un leggero adeguamento delle tariffe di trasporto e distribuzione (+0,4%). In un anno, secondo i calcoli Codacons, questo vuol dire 105 euro in più a famiglia. Nel 2019 resteranno stabili invece i prezzi dell’ elettricità per le famiglie con contratti in regime tutelato. Lo ha reso noto Arera spiegando che «dopo il blocco degli oneri elettrici applicato nel secondo semestre 2018, la loro piena riattivazione consente per il 2019 di riportarli in equilibrio, senza alcun aumento per il prossimo trimestre della spesa per l’ energia elettrica per la famiglia tipo1 in tutela». Nel primo trimestre 2019 – aggiunge Arera – si registrerà un leggero calo del costo per l’ energia elettrica per la famiglia in mercato tutelato, con una variazione della spesa del – 0.08% rispetto al trimestre precedente. Rifiuti La linea prevalente fra i Comuni è quella di non aumentare, salvo situazioni di «necessità», la Tari. Spezia ha addirittura previsto un ribasso fino al 5% con l’ applicazione della tariffa puntuale, grazie alla riorganizzazione del sistema di raccolta appena varata. Autostrada Nessuna stangata per gli automobilisti, ma – con l’ inizio del 2019 – qualche «ritocco» diversificato a seconda delle tratte. Facendo riferimento ai percorsi che più direttamente interessano gli spezzini, nessun incremento per il tronco ligure toscano di Salt. A farlo sapere è la stessa società, a cui, per quanto riguarda tale tronco, fanno capo, oltre l’ A12 da Livorno a Sestri, anche l’ A11 da Viareggio a Lucca e l’ A15 da Fornola alla Spezia. Lungo questi percorsi resta tutto invariato, anche se «possibili variazioni sul pedaggio finale potrebbero derivare, oltre che da aumenti praticati da alcune concessionarie interconnesse, anche dall’ arrotondamento unico per eccesso o per difetto ai 10 centesimi di euro». Quadro leggermente differente per l’ altro tronco che fa capo a Salt, quello di Autocisa (Parma-Spezia): in questo caso l’ incremento tariffario è scattato col primo gennaio ed è stato pari all’ 1,86% rispetto al regime precedente.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox