30 Marzo 2011

Aumenti in bolletta: luce più cara del 3,9%, gas del 2%

MILANO- Non succedeva dal quarto trimestre del 2008, quando il fallimento di Lehman Brothers dava il via alla «grande recessione» . Le tariffe della luce, dal primo aprile, torneranno a crescere. I prezzi di riferimento saliranno infatti del 3,9%. Aumento più contenuto (2%), invece, per il gas, già tornato a crescere nel corso del 2010. Lo ha disposto l’ Autorità per l’ energia, per cui l’ aumento della spesa per le famiglie italiane vale in media 37,5 euro su base annua. Per una spesa totale di 1.508 euro l’ anno, a famiglia, per luce e gas. Dietro il caro-bolletta c’ è sì l’ impennata del petrolio, con le quotazioni internazionali ormai abbondantemente sopra quota 100 dollari al barile, ma anche gli ormai discussi incentivi alle rinnovabili. Secondo l’ Authority presieduta da Guido Bortoni l’ aumento del 3,9%dell’ energia elettrica è infatti riconducibile a un +0,9%determinato dagli andamenti dei mercati delle materie prime e a un +3%dovuto all’ incentivazione delle fonti rinnovabili. Immediati i commenti e le preoccupazioni delle associazioni di categoria. I consumatori dell’ Adoc hanno calcolato che, «se il trend verrà confermato, il rischio è di un ricarico di oltre 300 euro annui per costi diretti e indiretti» . «Il governo non può restare a guardare- è il commento del Codacons- e deve intervenire urgentemente con un decreto che stabilisca il blocco delle tariffe energetiche per tutto il 2011» . E la Coldiretti ha parlato di un «aumento preoccupante dei costi di produzione che in agricoltura fanno segnare nel 2011 una variazione media del +4,9%» . G. Str. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox