20 Novembre 2011

Attesa al Tar per le classi sovraffollate  

Attesa al Tar per le classi sovraffollate
 

PROSEGUE la battaglia per i genitori delle due prime elementari dell’ Istituto Tifoni di Pontremoli. Da una parte il Provveditorato, che propone un’ alternativa non gradita, e dall’ altra le famiglie che continuano a combattere. Una battaglia, sostengono, per garantire un’ educazione adeguata ai propri figli che sarebbe messa a rischio dal «sovraffollamento delle aule»: 30 bambini in una classe, 29 con un disabile nell’ altra. Numeri che per i genitori non permettono un apprendimento adeguato e violano la legge. Contestata anche la cubatura delle classi, l’ assenza della scala anti incendio esterna e la dislocazione delle prime classi al secondo piano invece che al pianoterra. Ventidue i genitori che a fine ottobre hanno affidato all’ avvocato Giuseppe Romeo del Codacons l’ incarico di ricorrere al Tar toscano per ottenere una terza classe con un minimo di 15 bambini. Il Provveditorato avrebbe tentato una mediazione: fornire una terza sezione a moduli, con estrazione dei bambini da inserire. Soluzione che lascerebbe irrisolto il problema degli insegnanti: sarebbero stati «recuperati» eliminando le compresenze dalle altre sezioni. No dunque la risposta dei genitori che ora aspettano la decisione del Tribunale amministrativo. .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox