12 Giugno 2006

ATTERRAGGIO d`emergenza ieri mattina all`aeroporto di Malpensa

“Fuoco al motore“ E l`aereo fa dietrofront

Atterraggio d`emergenza, scalo chiuso al traffico




ATTERRAGGIO d`emergenza ieri mattina all`aeroporto di Malpensa. Un aereo Alitalia diretto a Malaga, poco dopo essere decollato dallo scalo internazionale lombardo (alle 10.24) ha fatto dietro-front per un problema al motore. Il comandate dell`Md80 del volo Alitalia AZ0088 ha notato l`accensione di una spia che segnalava un`anomalia al motore destro e ha chiesto alle 10.39 di rientrare, facendo scattare la procedura d`emergenza.

I MEZZI DI SOCCORSO sono stati schierati ai lati della pista e l`aeroporto milanese è stato chiuso al traffico: l`aereo, quindi, è atterrato senza alcun problema alle 10.57 e lo scalo dopo 7 minuti è tornato operativo. Nessuna conseguenza sul traffico aereo e quasi nessuno fra i passeggeri che aspettavano di imbarcarsi si è accorto di quanto stava accadendo in pista. “Si è trattato di un inconveniente tecnico, ma la sicurezza dei passeggeri e dell`equipaggio non è mai venuta meno“, spiega Alitalia. Sull`aereo diretto in Spagna c`erano 118 passeggeri: “Gli assistenti di volo ci hanno avvisato subito con molta calma e non ci sono state scene di panico“, racconta Ruiz, un ragazzo spagnolo che stava tornando a casa dopo aver passato qualche settimana in Italia. Così tutti, tornati a Malpensa, hanno passato qualche ora seduti sui divanetti dell`area transiti, ripartendo poco dopo le 16, con un altro volo messo a disposizione dalla compagnia aerea.

FACCE DISTESE e solo tanta noia per le cinque ore d`attesa: nessuno che racconta di avere avuto paura. “Anche perché – precisa Alitalia – un aereo potrebbe viaggiare anche con un solo motore“. Il comandante comunque, per precauzione, avendo notato l`accensione della spia che segnalava `fuoco al motore destro` a pochi minuti dal decollo ha preferito tornare indietro per non affrontare il viaggio in quelle condizioni: “Nessun pericolo quindi e le procedure – ben rodate – sono state portate a termine senza problemi“ – spiega la compagnia di bandiera.

IL VELIVOLO, atterrato in emergenza è rimasto fermo in una piazzolla lontana dai due terminal ed è stato subito controllato dai tecnici dell`aeroporto: l`Ansv – l`agenzia nazionale per la sicurezza del volo – acquisendo le prime informazionio- ha fatto sapere tra l`altro che non ci sono stati segni evidenti di fuoco o fumo. E l`intervento dei pompieri quindi non è stato necessario. “Per fortuna tutto è andato nel migliore dei modi – commenta Dario Balotta, segretario generale Fit Cisl Lombardia, la federazione italiana trasporti -. I sistemi di sicurezza hanno funzionato e le procedure – ormai di routine – sono state portate a termine senza problemi: Alitalia ha qualche problema come azienda, ma dal punto di vista delle garanzie di sicurezza è ineccepibile“. “L`ATTERRAGGIO di emergenza di ieri alla Malpensa è il secondo episodio preoccupante in pochi giorni“ afferma il Codacons, “Il 7 giugno – prosegue una nota dei consumatori – un volo Air One ha effettuato uno scalo in condizioni di rischio all`aeroporto di Cagliari. Due episodi che allungano la lista degli atterraggi d`emergenza in Italia, sempre più numerosi, e che devono far riflettere sul livello di sicurezza del trasporto aereo“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox