11 Agosto 2001

Attenzione alla trappola degli scontrini.

I consigli del Codacons per non farsi «truffare» dai negozianti furbi.


Attenzione alla trappola degli scontrini.


ATTENZIONE agli scontrini. Ad agosto il negozietto di fiducia sotto casa chiude e per fare la spesa ci si deve allontanare anche di qualche isolato. Ecco allora scattare la trappola più ricorrente nella quale può incappare un anziano solo e disattento. La cosiddetta «cresta» sul peso nonché aumenti improvvisi del 10% sugli alimenti di prima necessità. Se da un lato, per questi ultimi i droghieri si giustificano addossando la causa alla chiusura del distributore ufficiale o del forno rionale, per il sovrappeso sulla bilancia non c`è errore che tenga. «Bisogna minacciare il banchista immediatamente, prima di arrivare alla cassa – consiglia l`Avvocato del Codacons, Carlo Rienzi – e se non si è sicuri farsi pesare di nuovo la merce. È facile aumentare venti grammi su un etto. Quando il negozio è pieno e il cliente distratto, il banchista può facilmente giobbare sul peso e pure sul prezzo perché è lui che lo digita».
Anche se l`arma migliore in questi casi rimane sempre l`attenzione arriva dal Codacons qualche altro aiuto. Fare acquisti nelle prime ore della giornata quando, del resto, la temperatura è sicuramente più sopportabile e preferire sempre i grandi supermercati. Questi non sono sottoposti alle ferie canoniche perché gestiscono il personale con turnazioni continue e offrono pure il servizio di consegna a domicilio. Basta accordarsi e con cinquemila lire la busta arriva dritta sul pianerottolo di casa.
In più, i grandi esercizi, non hanno alcun interesse a sovrapprezzare i prodotti che dal magazzino passano alla vendita diretta anzi, proprio nel periodo estivo gli stessi prodotti in mostra sono sempre più spesso in offerta. Riguardo poi alla taratura delle bilance i controlli nei grandi supermercati sono più serrati rispetto al piccolo spaccio rionale. Se poi con tutti gli accorgimenti proposti si è comunque vittima di piccole truffe ci si può comunque rivolgere al numero 06-3725809 in allerta ventiquattr`ore su ventiquattro sette giorni su sette.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox