7 Settembre 2020

Attenzione alla nuova truffa informatica che si sta diffondendo via e-mail: l’allarme lanciato da Codacons

 

Si sta diffondendo negli ultimi tempi una truffa informatica via email che funziona a grandi linee come segue. Per prima cosa, i criminali raccolgono informazioni sull’azienda bersaglio, scoprendo con quali aziende hanno rapporti di lavoro e trovando email dell’ufficio pagamenti della ditta in questione.

Successivamente, i truffatori registrano un dominio molto simile a una di queste imprese e da quel dominio inviano una e-mail all’ufficio pagamenti, fingendo di essere il fornitore e comunicando un cambio di coordinate bancarie per il pagamento di una fattura che viene identificata. Infine i criminali attendono che il cliente effettui il pagamento della fattura.

I soldi, ovviamente se si cade nel tranello, verranno versati sul conto con le coordinate bancarie “aggiornate”, le quali sono appunto quelle dei truffatori. Il cliente si accorge del raggiro solamente dopo diverso tempo, quando il fornitore che non ha ricevuto il pagamento della fattura, sollecitato lo stesso alla ditta bersaglio, quale pensava di averla regolarmente saldata.
Nel frattempo i criminali hanno già provveduto allo svuotamento del conto, facendo poi perdere le proprie tracce.

“Le truffe informatiche sono un fenomeno preoccupante: è fondamentale dare informazioni e creare progetti per informare i cittadini. Il Codacons ha recentemente sviluppato, per questo motivo, il servizio di servizio telefonico e via e-mail per il progetto antitruffa “Acciuffa la Truffa” – commenta il Presidente del Codacons Marco Donzelli – inoltre è necessario che i Comuni moltiplichino gli aiuti per tutelare il proprio territorio, non si può lasciare solo il Forze dell’Ordine”.

Infatti con la rapida diffusione dell’e-commerce e di diversi servizi offerti online, le possibilità di incorrere in tartufo e diventare vittime di pratiche commerciali scorrette è sempre più elevata. Senza dimenticarsi delle truffe porta a porta, soprattutto un danno degli anziani, e di quegli alimentari che, purtroppo, non passano mai di moda. Ecco perché le Associazioni Consumatori CODICI, CASA DEL CONSUMATORE, ASSOUTENTI e CODACONS si sono riuniti per offrire assistenza e supporto a tutti i consumatori che ritengono di aver subito una traccia.

Il progetto si pone come obiettivo quello di educare i cittadini a riconoscere le truffe, i truffatori ed evitare di caderne vittime. Crediamo sia essenziale che tutti conoscano appieno i propri diritti e sappiano come tutelarsi. E ‘stato realizzato un sito web ad hoc sul quale verranno pubblicati video, in collaborazione con web influencer, con contenuti educativi per permetterne la diffusione anche tra i più giovani che sono sicuramente quelli che servono l’online. Verrà pubblicata una rivista digitale dedicata alle truffe con storie reali, informazioni utili, interviste agli esperti.

Ma la parte innovativa si concretizzerà nell’attivazione di una chat web disponibile da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18, alla quale i cittadini lombardi devono scrivere e ricevere riscontro immediato, l’attivazione di un numero

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox