24 Marzo 2020

Attenzione ai falsi addetti alla spesa a domicilio

 

Dopo la truffa dei finti volontari che si presentavano nelle abitazioni con la scusa di effettuare i tamponi per verificare l’ eventuale positività al virus, si stanno registrando nella provincia brianzola, e precisamente a Sovico, ulteriori truffe “porta a porta”. Sovico: attenzione ai falsi addetti alla spesa a domicilio Come riporta il Codacons a Sovico si sarebbero verificati casi di finti dipendenti di aziende che offrono servizi di spesa a domicilio. Questi ultimi, spesso mostrando falsi tesserini, riuscirebbero a intrufolarsi nelle case dei cittadini, specie quelli più anziani. Si tratta di sciacalli senza scrupoli, veri e propri ladri che tentano di raggirare specialmente gli anziani, distraendoli al fine di rubare oggetti preziosi nelle abitazioni o chiedere somme di denaro per i finti controlli medici eseguiti – afferma il Codacons – Per tale motivo presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica chiedendo di aprire indagini sul territorio per i reati di truffa, violazione di domicilio e violenza privata, accertando i responsabili dei raggiri. Non aprite agli sconosciuti L’ associazione ricorda agli anziani di non aprire la porta a sconosciuti e non far accedere nelle proprie case chiunque si offra di consegnare a domicilio beni e farmaci. Il servizio, infatti, deve sempre essere richiesto dal cittadino al comune, quindi la prima regola è diffidare da sconosciuti che potrebbero essere dei malintenzionati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox