5 Giugno 2007

Assolti i vertici di Radio Vaticana

INQUINAMENTO. Assolti perché
«il fatto contestato non
è previsto dalla legge italiana
come reato». Questa la
decisione della Corte d?Appello
di Roma nei confronti
di Padre P.B, direttore
generale di Radio Vaticana,
e del cardinale R.T., presidente
del comitato di gestione,
accusati di aver provocato
l?inquinamento elettromagnetico
nella zona di
Cesano, a nord di Roma.
Entrambi, il 9 maggio
2005, erano stati già condannati
in primo grado a
dieci giorni di arresto per il
reato di ?getto pericoloso di
cose?.
Con la sentenza i giudici
hanno dunque accolto le
argomentazioni dei difensori
dichiarando che i fatti
contestati non sono previsti
dalla legge come reato
trattandosi, in sostanza, di
emissioni elettromagnetiche
provenienti dalle antenne
di Radio Vaticana installate
nella zona di Cesano e
La Storta, a nord della Capitale.
La sentenza di ieri probabilmente
non sarà impugnata
per Cassazione (anche
se il Codacons ha subito
annunciato di voler fare
ricorso contro una sentenza
che ha definito ?abnorme?)
dal procuratore generale
Vittorio Lombardi, considerato
il fatto che le accuse
mosse ai due religiosi praticamente
sono cadute in
prescrizione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox