1 Settembre 2015

“Assolti” i tifosi del Feyenoord. Roma nel caos: nessun colpevole

“Assolti” i tifosi del Feyenoord. Roma nel caos: nessun colpevole

Per la giustizia olandese non sono punibili i tifosi del Feyenord che lo scorso febbraio, al termine dell’incontro tra la Roma e il Feyenord devastarono la fontana della Barcaccia e seminarono il panico nel centro di Roma.
Secondo i giudici olandesi, le immagini delle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso le scene in piazza di Spagna e trasmesse dalla Questura di Roma al ministero degli Interni e da qui spedite in Olanda, non sono sufficienti a individuare i colpevoli.
Dunque, nessun tifoso pagherà per i danni, nè penalmente, tantomeno civilmente. E la politica si scatena. Su Fb l’ira di Giorgia Meloni, presidengte di Fratelli d’Italia: “Gli hooligans del Feyenoord che hanno devastato piazza di Spagna e danneggiato gravemente la ‘Barcaccia’ non saranno perseguiti dalla legge olandese per mancanza di prove. Per i giudici, infatti, non ci sono colpevoli perché non ci sono filmati sufficienti a identificare i responsabili. In altre parole la giustizia olandese ha stabilito che a Roma, in una zona calda e centralissima come piazza di Spagna, telecamere, sorveglianza e controlli non sono adeguati a garantire la sicurezza dei cittadini e del patrimonio monumentale. E questo è l’ennesimo schiaffo internazionale che l’Italia prende in pieno volto grazie alla coppia Renzi-Alfano, con la quale la nostra Nazione ha toccato il livello più basso di autorevolezza della sua storia”.
Durissimo anche il Codacons contro la decisione della giustizia olandese di non procedere contro i tifosi del Feyenoord per i danni alla Barcaccia. “Si tratta di una umiliazione per l’Italia – afferma il presidente Carlo Rienzi – ed è impensabile che per l’Olanda fatti così gravi debbano rimanere impuniti. I cittadini, specie i romani, oltre al danno ad un monumento patrimonio della collettività, hanno subito a causa di questa decisione une ingiusta beffa”.
“L’unica speranza risiede ora nel procedimento contro i tifosi del Feyenoord aperto dalla magistratura italiana – prosegue Rienzi – nel quale il Codacons è stato ammesso come parte civile nell’interesse della collettività”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this