22 Febbraio 2013

Associazioni e Comune alleati per la “città del fotovoltaico”

Associazioni e Comune alleati per la “città del fotovoltaico”

 

Giugliano, Boccia, il sindaco Brignolo e l’ assessore Cerrato Asti città del fotovoltaico «chiavi in mano». L’ ambizione in un progetto frutto di una rete di alleanze che punta a favorire l’ installazione di impianti fotovoltaici in abitazioni e piccole aziende accompagnando passo passo proprietari e imprenditori: l’ obbietivo è produrre energia pulita e a costo zero ma anche a creare opportunità di lavoro. Il tutto con le garanzie di «serietà» offerte da un apposito Comitato di gestione sostenuto da Comune, Astiss, Cassa di risparmio di Asti: nel gruppo anche l’ associazione dei consumatori Codacons, il circolo Gaia Asti di Legambiente oltre a Cna, Api e Centro commerciale naturale. Il progetto «Asti +» presentato ieri in municipio partirà ufficialmente il 15 marzo. «In negozi, uffici comunali, filiali della Cr Asti e sedi delle associazioni di categoria sarà in distribuzione un depliant e materiale informativo» spiega l’ assessore comunale allo Sviluppo economico Andrea Cerrato. Basterà compilare un modulo ed un installatore accreditato da «Asti +» verificherà gratuitamente se il tetto dell’ abitazione (o dell’ attività produttiva) possiede le caratteristiche l’ installazione dei pannelli. Partirà quindi la fase successiva con la scelta della ditta e il sostegno nel disbrigo delle pratiche burocratiche e per ottenere il finanziamento (100% della spesa) affidata al Gestore referente unico. «Spesso – aggiunge Cerrato – i cittadini non sfruttano l’ opportunità del fotovoltaico per le scarse informazioni in materia ma anche per il timore di lungaggini burocratiche». Un’ iniziativa che, nell’ intento degli ideatori, offre più vantaggi. «Porta risparmio, energia pulita sottolinea Massimo Boccia, imprenditore, tra gli ispiratori del progetto – ma anche opportunità di lavoro per le aziende». «Riteniamo – precisa Raffaele Giugliano, consigliere comunale e presidente della Commissione Sviluppo Economico – che questo modo nuovo di operare crea la crescita invece che aspettarla». Progetto condiviso dal sindaco Fabrizio Brignolo: «Il nostro compito è di mettere in contatto le diverse realtà raccogliendone le sensibilità – e contribuire a mettere in piedi una rete».

roberto gonella asti

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox