13 Maggio 2009

Associazioni alleate contro i “titoli tossici”

Associazioni alleate contro i «titoli tossici» Un progetto per informare gli utenti sugli strumenti finanziari

  «Da anni nel nostro Paese sussistono problemi e questioni relative alla chiarezza e alla trasparenza sui prodotti e servizi finanziari e sugli strumenti creditizi – denuncia l’associazione dei consumatori Codacons di Carlo Rienzi – dai problemi connessi all’anatocismo, ai mutui, e in questi ultimi anni, alle varie questioni del cosiddetto risparmio tradito (da ricordare, tra gli altri, i casi Bond Argentina, Parmalat, Cirio, Lehmann etc.). Sussistono, inoltre, i problemi informativi e di rapporto con i cittadini nell’ambito dei servizi bancari, assicurativi e creditizi che necessitano di interventi che favoriscano una conoscenza ed un migliore utilizzo degli strumenti esistenti da parte della clientela. In questo panorama, caratterizzato da frequenti aggiramenti delle regole codificate volte a tutelare correttezza e trasparenza, il ricorso a pratiche commerciali scorrette ed a pubblicità ingannevoli da parte dei professionisti è, purtroppo, all’ordine del giorno, come rileva la stessa Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato». «Questa, in un solo anno, ha comminato sanzioni a banche, finanziarie ed assicurazioni per il settore credito per 646.700 di euro (dato consultabile sul sito www.agcm.it). Infine, il ricorso a forme di strumenti creditizi e di accesso al credito al consumo, come dimostrato da recenti indagini, è aumentato in maniera preoccupante per far fronte all’aumento del costo della vita ed alla perdita del potere di acquisto di stipendi e pensioni. Se a tutto ciò aggiungiamo la grave crisi internazionale che si è verificata in quest’ultimo anno – denuncia l’associazione – con ricadute assai pesanti in tutti i settori della vita economica e sociale del Paese, non si può sottacere che tale materia, oltre a processi di regolamentazione internazionale necessiti altresì di iniziative nazionali e di una informazione capillare della nostra cittadinanza.  Il «Progetto Informa», promosso dal partenariato di associazioni dei consumatori composto da Federconsumatori Nazionale (soggetto capofila), Adoc, Adusbef, Codacons e Codici, vuole informare il mercato per utilizzare al meglio i servizi finanziari e creditizi. Il progetto svilupperà le seguenti materie nell’ambito del settore finanziario e creditizio: mutui, credito al consumo, carte di credito, polizze vita, risparmio».  Sul sito del Codacons si trovano appositi link per ciascuno di questi argomenti e anche il link per approfondire il contenuto del «Progetto Informa» nel suo insieme, che gode quindi del sostegno di molte associazioni dei consumatori e risulta di particolare attualità in questi anni che annoverano casi sempre più frequenti di «titoli tossici» e risparmio tradito, alcuni dei quali all’ordine del giorno. www.codacons.it

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox