30 Maggio 2004

Assemblea Bankitalia, domani presidio dei consumatori




La protesta dei risparmiatori arriverà lunedì in Banca d?Italia. L?Intesa Consumatori ha indetto infatti per domani un presidio a Palazzo Koch, in occasione dell?assemblea annuale della Banca d?Italia. I consumatori resteranno fuori dal palazzo di via Nazionale, per manifestare e ricordare al governatore Antonio Fazio, come ha spiegato l?Intesa in una nota, «i tanti bidoni rifilati ai risparmiatori come Cirio, Argentina, Parmalat, Giacomelli, My way». Durante il presidio, ha spiegato l?Intesa consumatori, che ha ottenuto le necessarie autorizzazioni della Questura per recarsi domani davanti a Bankitalia, un gruppo folkloristico suonerà e ballerà una tarantella. Verranno distribuiti anche tarallucci e vino. Non sarà solo una protesta «folkloristica», quella dei risparmiatori, che nell?ultimo anno si sono mossi su più fronti per aumentare la tutela dei propri diritti, dopo gli scandali e i dissesti finanziari. Attraverso il presidio di domani, infatti, Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, ovvero le associazioni aderenti all?Intesa, chiederanno «che il Parlamento possa approvare una legge di tutela del risparmio con strumenti nuovi, per risarcire i danni e impedire che tali fenomeni di dissoluzione del pubblico risparmio possano accadere di nuovo, e inasprire il reato del falso in bilancio». Ma nel «manifesto» che l?Intesa distribuirà domani fuori Palazzo Koch, viene anche chiesto di modificare l?organizzazione e il funzionamento stesso della Banca d?Italia, attraverso una revisione della struttura di controllo. L?Intesa, in dettaglio, chiede di «sottrarre alla Banca d`Italia le competenza sulla concorrenza bancaria da affidare all`Antitrust, eliminare la carica a vita del governatore, risolvere quel clamoroso conflitto di interessi del capitale di Banca d`Italia in mano, per il 90% alle banche e per il restante 10% alle compagnie di assicurazioni».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox