7 Novembre 2019

«Assediati dai cinghiali» Coldiretti protesta a Roma

#bastacinghiali. Un hashtag che racchiude lo spirito con cui la delegazione di Coldiretti Como – Lecco stamattina è scesa in piazza Montecitorio a Roma, prendendo parte a un vero e proprio blitz di protesta. Obiettivo: diffondere i numeri del fenomeno dell’ invasione dei cinghiali a danno delle imprese agricole, anche tramite la presentazione del primo Dossier Coldiretti/Ixe su “Gli italiani assediati dai cinghiali”, sui rischi per la sicurezza e la salute e le proposte concrete per garantire la sopravvivenza delle aziende agricole e la tranquillità dei cittadini, nel rispetto della natura. «Non è mai stato così alto in Italia l’ allarme per l’ invasione dei cinghiali e degli altri animali selvatici che distruggono i raccolti agricoli, sterminano greggi, assediano stalle, causano incidenti stradali nelle campagne, ma anche all’ interno dei centri urbani, dove razzolano tra i rifiuti con pericoli concreti per la salute e la sicurezza di agricoltori e cittadini» fanno sapere da Coldiretti. In piazza per la protesta agricoltori, allevatori, pastori da tutte le regioni d’ Italia, sindaci con i gonfaloni, rappresentanti dei sindacati Fai – Cisl e Uila Uil, dell’ ambientalismo e delle associazioni dei consumatori come Symbola, Terranostra, Federparchi, Federconsumatori, Codacons, Adusbef, Centro Consumatori Italia, Apab e Legambiente che hanno condiviso le preoccupazioni alla base dell’ iniziativa. Le valli e i boschi del Comasco quest’ anno hanno registrato un record di abbattimenti dei cinghiali. Il blitz di stamattina ha l’ obiettivo di far conoscere gli inediti e drammatici numeri di un fenomeno esplosivo con le dolorose testimonianze di chi è stato personalmente colpito e ha paura per l’ incolumità della propria famiglia. Presenti insieme al presidente della Coldiretti Ettore Prandini, anche i rappresentanti delle istituzioni e della politica a livello nazionale. Per Coldiretti siamo di fronte a un’ emergenza nazionale che sta provocando l’ abbandono delle aree interne, problemi sociali, economici e ambientali con inevitabili riflessi sul paesaggio e sulle produzioni. Laura Mosca.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox