9 Giugno 2018

Asp, conti in rosso ma non per i bonus

I conti saranno in rosso ma i bonus ai dirigenti per i risultati raggiunti arrivano lo stesso. A segnalare la paradossale vicenda che sarebbe avvenuta all’ Asp è il vicepresidente nazionale del Codacons Francesco Di Lieto che si sofferma sul contenuto di due determine, la n. 2719 e 2710 del 5 giugno 2018, «con le quali vengono erogati complessivi 36.849,92 euro in favore del direttore generale e del direttore amministrativo, per i risultati raggiunti nell’ anno 2016. I pagamenti – spiega Di Lieto – erano stati “sospesi” alla luce del clamore sollevato dagli organi di informazione e “al fine di consentire al direttore generale l’ autonoma assunzione delle più opportune valutazioni”. Evidentemente soddisfatti dei risultati – sottolinea – i vertici Asp, passata la tempesta mediatica, hanno deciso di “premiarsi”». La sensazione che ha l’ esponente dell’ associazione è quella «di trovarci sul ponte del Titanic, con l’ orchestra che suona, gli ospiti che brindano mentre la nave corre verso il disastro». Un’ immagine forte per via del fatto che «norme di legge e contratto di lavoro alla mano, aver chiuso con un deficit di bilancio di oltre venti milioni di euro (23.322.308,71 euro, con un incremento rispetto alla perdita registrata nell’ anno precedente del 22,54 %), dovrebbe comportare “la decadenza automatica del direttore generale” e di conseguenza dei direttori amministrativo e sanitario. Invece in Calabria – sottolinea – assistiamo ad una premiazione». Il Codacons ha ora presentato un esposto in Procura e ha chiesto anche un incontro al governatore: «Quei 36mila euro sono solo la punta dell’ iceberg. Visto che l’ importo complessivo dei “premi” è di un milione e mezzo di euro, tra indennità di risultato e produttività».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox